Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Agrigento, pesce senza "etichetta": diverse contravvenzioni della Capitaneria

I militari hanno anche elevato una contravvenzione per il titolare di un lido balneare di San Leone, per diverse violazioni agli obblighi di dotazioni di sicurezza per la postazione di salvataggio

I militari della Capitaneria di porto di Porto Empedocle, agli ordini del capitano di fregata Massimo Di Marco, hanno eseguito mirati controlli nell'ambito dell'operazione "Nettuno 2", che hanno permesso di elevare un totale di 13 sanzioni (10 per violazioni al Codice della navigazione, 2 alle norme in materia di pesca ed 1 in tema di ordinanza balneare). 

In particolare, a E.B., agrigentino di 34 anni, titolare di uno stabilimento balneare lungo il viale delle dune, a San Leone, è stata elevata una sanzione da 1.032 euro per diverse violazioni agli obblighi di dotazioni di sicurezza per la postazione di salvataggio, tra cui la mancanza del pattino di salvamento, salvagenti anulari, cartellonistica e boe di delimitazione di acque sicure. 

A G.P., agrigentino di 39 anni, è stata, invece, elevata una sanzione da 1.166 euro per la commercializzazione di pescato privo di etichettatura (denominazione commerciale e scientifica, metodo di produzione, zona di cattura). L'uomo, venditore ambulante di prodotti ittici, è stato controllato nella zona antistante il porto di San Leone.

Ed ancora, M.C., 43enne di Sciacca, direttore di un supermercato di contrada Minaga, ad Agrigento, e V.R., 35enne di Licata, rappresentante legale della società, sono stati multati dai militari della Capitaneria per commercializzazione di prodotti ittici privi di indicazioni sulla denominazione commerciale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agrigento, pesce senza "etichetta": diverse contravvenzioni della Capitaneria

AgrigentoNotizie è in caricamento