Sabato, 20 Luglio 2024

Festa della finanza, il colonnello Moro su Capitale italiana della cultura: “Monitoreremo tutte le risorse in arrivo"

Il primo ufficiale delle Fiamme gialle, ai microfoni di AgrigentoNotizie, ha anche illustrato le azioni di verifica rivolte alle autobotti che si occupano della distribuzione idrica

Celebrazioni in piazza Gallo ad ad Agrigento per i 250 anni della guardia di finanza. “È un momento straordinario – dice dai microfoni di AgrigentoNotizie, il comandante provinciale delle fiamme gialle Edoardo Moro -  anche per i risultati che abbiamo raggiunto in ogni campo, sia per quanto riguarda l’evasione fiscale ma anche in ambiti come quelli della spesa pubblica e degli appalti, il tutto – aggiunge l’ufficiale -  a garanzia della collettività e delle aziende sane che sono la maggioranza del tessuto economico di questo territorio”.

Hanno protetto cittadini e imprese, contrastato l’evasione fiscale e garantito la sicurezza nei grandi eventi: il bilancio della guardia di finanza

Il colonnello Moro ha anche anticipato di avere avviato delle attività in merito alle risorse finanziarie che saranno destinate per le celebrazioni degli eventi che nel 2025 interesseranno la città dei Templi. “Su capitale italiana della cultura – dice il colonnello Moro -  stiamo monitorando i vari soggetti attuatori delle misure. È stata creata la fondazione ma non sarà la sola realizzate opere finalizzate a questo evento che dovrebbe essere un appuntamento per far uscire Agrigento dall’area di sottosviluppo per rilanciarla nelle infrastrutture e nelle telecomunicazioni per permetterle di stare al passo con altre province della Sicilia che sono a un livello superiore. Tutte le risorse di Agrigento capitale della cultura – precisa il comandante provinciale della guardia di Finanza -  saranno sicuramente monitorate”.

La festa della guardia di finanza, ecco i militari che hanno ricevuto encomi ed elogi

Quella di quest’anno, probabilmente sarà ricordata anche per la crisi idrica che sta attanagliando anche la provincia di Agrigento, ed in merito, il primo ufficiale delle fiamme gialle agrigentine, dai microfoni di AgrigentoNotizie, parla anche di contrasto alle illegalità nel settore del trasporto di acqua. “Abbiamo iniziato – dice il colonnello Moro -  con autobottisti che non si sono orientati nel rispetto delle regole, non acquistando l’acqua da Aica ma approvvigionandosi dai torrenti e dalle linee interrotte. L’obbiettivo è quello di creare legalità in questo settore. Il cittadino – conclude - deve essere consapevole di comprare acqua controllata”.

I 250 anni dalla fondazione della guardia di finanza: la cerimonia in città

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Video popolari

AgrigentoNotizie è in caricamento