Cronaca Corso Argentina

Controlli di Capitaneria e Polizia municipale a Licata: pioggia di contravvenzioni

Attività di controllo in tutta la fascia di demanio marittimo licatese. Le verifiche hanno interessato anche corso Argentina, dove attualmente stazionano diverse attività commerciali ambulanti in occasione di una fiera

Un momento del controllo

Giornata di controlli ieri a Licata, ad opera della polizia municipale e della Guardia costiera licatese. Gli operatori delle forze di polizia hanno condotto un'attività di controllo in tutta la fascia di demanio marittimo licatese. Le verifiche hanno interessato anche il corso Argentina, dove attualmente stazionano diverse attività commerciali ambulanti in occasione di una fiera organizzata proprio nella centrale strada di Licata.

Elevata una sanzione amministrativa di oltre mille euro ad uno stabilimento balneare situato nella località "Pisciotto", perché privo dell'autorizzazione comunale per l’esercizio dell’attività. Contestualmente, al titolare dello stabilimento è stato notificato l’ordine di chiusura dell’attività fino al ripristino delle carenze documentali previste.

In corso Argentina, invece, le forze di polizia hanno riscontrato guardia costiera polizia municipale controlli licata 7 agosto 2014 (1)-2 condizioni di esercizio commerciale difformi a quanto autorizzato e per questo motivo è stata elevata una sanzione amministrativa da 1032 euro per aver impiegato un numero di stand superiore a quelli autorizzate e una da 3096 per aver introdotto persone diverse da quelle autorizzate dal titolo autorizzativo.

Entrambe le sanzioni saranno notificate all’associazione organizzatrice. Le violazioni, peraltro, potrebbero comportare, nelle prossime ore, la revoca dell’autorizzazione rilasciata dall’Assessorato regionale per il demanio, con la conseguente chiusura della fiera.

guardia costiera polizia municipale controlli licata 7 agosto 2014 (3)-2Nel corso del sopralluogo il personale di Guardia costiera e Polizia municipale si è imbattuto anche in un grosso quantitativo di merce contraffatta, pronta ad essere venduta abusivamente: sono circa 50, infatti, le borse da donna griffate sottoposte a sequestro giudiziario che, all’arrivo del personale in uniforme, sono state abbandonate sul posto dagli ambulanti.

L’attività di sinergia e collaborazione tra Guardia costiera e Polizia municipale di Licata, già da tempo avviata e destinata a rafforzarsi sempre più, ha condotto e continuerà a portare ordine e disciplina sugli illeciti e gli abusi perpetrati sul pubblico demanio marittimo a discapito della libera fruizione dello stesso da parte degli onesti cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli di Capitaneria e Polizia municipale a Licata: pioggia di contravvenzioni

AgrigentoNotizie è in caricamento