Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Troppi agrigentini a zonzo per la città: scatta il rastrellamento anti-Coronavirus dei carabinieri

I militari dell'Arma stanno monitorando gli spostamenti dei cittadini, controlli mirati anche sui bar e i ristoranti dell'area Nord

 

Carabinieri - uomini e mezzi - schierati davanti al comando provinciale. E' un posto di blocco più che particolare quello - una vera e propria opera di filtraggio - che è stato realizzato dai militari dell'Arma nel cuore di Agrigento. Un posto di controllo per effettuare verifiche ed ispezioni sugli automobilisti di passaggio. Perché se è vero che, da una certa ora in poi, Agrigento, ieri sera, sembrava essere un deserto, lo stesso non accade però durante le ore del giorno. E i carabinieri, dunque, hanno voluto vederci chiaro e capire chi, effettivamente, aveva o meno i requisiti per poter stare in giro: in auto o a piedi.

Coronavirus, i poliziotti presidiano la città: controllate più di mille auto

Coronavirus, autocertificazione: scarica il modulo, chi può spostarsi

L'attività di verifica ha interessato anche i locali e gli esercizi pubblici della zona Nord di Agrigento. Le disposizioni per il contenimento del rischio contagio da Coronavirus obbligano, infatti, i bar ad abbassare le saracinesche alle ore 18, mentre per quanto riguarda i ristoranti, devono comunque garantire la distanza minima di un metro degli avventori.

Anche Agrigento diventa zona protetta: tutto quello che si può e non si può fare

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento