rotate-mobile
Lavoro

Vertenza dei bancari: i sindacati approvano la nuova piattaforma contrattuale

Via libera al documento al termine di un'articolata discussione, il segretario regionale di First Cisl Sicilia, Fabrizio Greco: "Accettiamo le sfide di una continua evoluzione"

I bancari della provincia di Agrigento si sono espressi all’unanimità sulla piattaforma rivendicativa del nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro. Le lavoratrici e i lavoratori del settore del credito sono stati convocati all’Hotel Akrabello di Agrigento dai sindacati Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca Uil, Unisin per confrontarsi sui temi qualificanti della proposta contrattuale che, al termine di un articolato dibattito, ha ricevuto il via libera.

L’assemblea di Agrigento rientra nell’ampio calendario di riunioni sindacali che sta interessando tutto il territorio nazionale. "In ogni piazza – dice il segretario regionale di First Cisl Sicilia, Fabrizio Greco – stiamo riscontrando grande interesse e confortante compattezza nell’affrontare le varie tematiche del nuovo contratto di lavoro. La proposta  unitaria sta raccogliendo il consenso dei colleghi. E’ stata messa a punto una piattaforma innovativa che accetta le varie sfide di un futuro in continua evoluzione. Il settore del credito in Sicilia soffre della costante desertificazione bancaria, che avversiamo, e della perdita di storici marchi regionali del credito che hanno spostato altrove i centri decisionali". 

"Il documento illustrato in assemblea e che sarà oggetto di confronto in Abi – rimarca il segretario territoriale di First Cisl Enna, Agrigento, Caltanissetta, Antonio Alessandro – è un “manifesto” dinamico che affronta con responsabilità il nuovo orizzonte professionale. Siamo pronti a confrontarci sui temi della transizione digitale, dello smart working, della riorganizzazione del lavoro, delle pressioni commerciali, della presenza fisica degli sportelli, della retribuzione, del welfare aziendale e dell’occupazione del settore tenendo però in debita considerazione la componente umana e professionale di chi in banca ci lavora e viene da anni difficili. Non ci limitiamo a chiedere solo aumenti retributivi ma ci poniamo come parte responsabile per governare i processi di cambiamento che sono sempre più repentini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza dei bancari: i sindacati approvano la nuova piattaforma contrattuale

AgrigentoNotizie è in caricamento