Contrabbando di sigarette, blitz nel canale di Sicilia: 9 arresti

L'operazione è scattata dopo che un aereo Atr42 della Guardia di finanza ha rilevato il trasbordo di numerosi colli tra un peschereccio d'altura ed uno più piccolo. Sequestrati circa 6,5 tonnellate di tabacchi

(foto ARCHIVIO)

Un italiano, due libici e sei egiziani sono stati arrestati dalla Guardia di finanza che ha anche sequestrato due pescherecci, uno tunisino e uno mazarese, e circa 6,5 tonnellate di tabacchi lavorati esteri. L'operazione è scattata lo scorso 24 agosto dopo che un aereo Atr42 del gruppo di Esplorazione marittima della Guardia di finanza di Pratica di Mare, in servizio di ricognizione nel canale di Sicilia, ha rilevato - poco fuori le acque territoriali italiane, antistanti alla costa Trapanese - il trasbordo di numerosi colli tra un peschereccio d'altura ed uno più piccolo. 

Sono stati allertati due guardacoste, da Trapani e da Licata, un elicottero della sezione aerea di Palermo, le pattuglie sul territorio di Trapani e gli investigatori del nucleo di polizia Economico-Finanziaria di Palermo. Terminato il trasbordo il natante più piccolo è entrato nelle acque territoriali dirigendosi verso la costa siciliana. Le Fiamme Gialle hanno fermato il peschereccio "madre" e ha trovato 3,1 tonnellate di sigarette: Royal, Oris, Futura, Time, American Legend, Pine Blu. Poi è stata fermata l'altra imbarcazione dove sono state scoperte altre 3 tonnellate di sigarette. Gli uomini degli equipaggi sono stati portati nella casa circondariale di Trapani, a disposizione della Procura di Marsala.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento