menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Consulta comunale del turismo: ecco tutti coloro che ne faranno parte

Dopo mesi di attesa e un bando che per l'ennesima volta ha stentato a decollare, ecco tutte le associazioni che comporranno il "Parlamento del turismo"

L'istituzione è stata invocata di recente con gran "vivacità" pure da parte di chi aveva chiesto di farne parte e adesso, c'è l'atto formale: il Comune ha infatti scelto le sigle che comporranno la Consulta del turismo. Un organismo voluto dalla precedente consiliatura con uno scopo ben chiaro di determinare le politiche turistiche ma, anche, svolgere un'azione di controllo sull'uso dell'imposta di soggiorno che in realtà, tra vincoli di bilancio e regole di finanza alla fine rimane sempre in gran parte il "pancia" a Palazzo dei Giganti.

Una struttura di cui fanno parte, oltre i presidenti di due commissioni consiliari, anche delle associazioni che hanno finalità turistiche che devono di fatto autocandidarsi. Il Comune dal canto suo deve valutare la correttezza delle proposte e, poi, avallarle.

Fase, quest'ultima, che è arrivata adesso con un lungo elenco di "ammessi" all'organismo che è stato trasmesso al sindaco. A comporlo saranno: l’associazione TTT Aps (Gaetano Di Ballo), Confcommercio Agrigento (Giovanna Sciacca), il Distretto Turistico Valle dei Templi (Fabrizio La Gaipa), Conflavoro Pmi (Vincenzo Agrò), Pro Loco Agrigento (Christian Vassallo) , Cna Confederazione nazionale artigianato (Claudio Spoto) , Associazione culturale dilettantistica VisitAgrigento (Marcello Mira) , Associazione Immagina Aps (Angelo Licata), Associazione Tante Case Tante Idee (Domenico Vecchio), Associazione Abba (Settimio Vinti), Consorzio Turistico Valle dei Templi (Emanuele Farruggia) e associazione Fiavet Sicilia (Calogero Bellavia).

A questo punto il sindaco Franco Micciché chiederà alle commissioni consiliari prima e quinta la nomina di due componenti da inserire nella Consulta che sarà presieduta dal sindaco o da un assessore da lui delegato. Una volta esaurito anche quest’ultimo atto, la Consulta sarà finalmente operativa e verrà convocata per un primo incontro formale.

"Sono molto soddisfatto di quello che si sta facendo per il turismo - dice l'assessore Franco Picarella -. Per la prima volta l’amministrazione comunale inserisce il turismo fra le sue priorità concrete. Dopo l’assessorato la Consulta e in quasi un mese complete le procedure per l’attivazione. Un organismo al quale gli operatori credono, vista la massiccia richiesta di farne parte. Ora possiamo passare velocemente alla fase due, nella speranza che nel frattempo vengano superate le emergenze sanitaria e il turismo ad Agrigento possa tornare ad essere il volano economico di questa città”.

Adesso ogni associazione dovrà scegliere i propri componenti e il Comune dovrà procedere alla convocazione di una prima seduta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento