Consiglio del Parco, Bernardo Campo poteva ricoprire il ruolo di presidente

La segreteria generale della Regione ha precisato che l'incarico poteva essere affidato al funzionario

Bennardo Campo

L’ex presidente del Consiglio del Parco, Bernardo Campo aveva i titoli per ricoprire la carica che gli era stata affidata nel 2017 e gli fu tolta, nel contesto di una riorganizzazione del “Parlamentino” della Valle dei Templi, lo scorso anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A chiarire le questioni di natura burocratica e legale che, dal lontano ottobre 2017, erano state più volte oggetto di scontri e veleni, è stata la stessa Regione con una nota finalizzata ad “uniformare la modalità operativa cui dovranno attenersi gli uffici di gabinetto e le segreterie tecniche dei vertici del Governo regionale” nel contesto di nomine ad organismi come quello del Consiglio del Parco. Il nodo in particolare riguarda la possibilità anche per personale non dirigente di ricoprire l’incarico di presidente (Campo è infatti un funzionario direttivo): secondo la segreteria generale della Regione “la nomina anche se riferita a personale con qualifica dirigenziale, deve intendersi estesa a tutti i dipendenti con profilo professionale non inferiore a funzionario ovvero a istruttore direttivo in possesso almeno di laurea magistrale o specialistica in materie economiche, aziendali o giuridiche”. Questo passaggio, comunque, non avrà refluenze effettive sulla composizione dell’organismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento