Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Azienda consortile, l'approvazione dello statuto è rinviata alla prossima amministrazione

Convocati i lavori del Consiglio comunale per il prossimo 23 settembre: dopo una settimana si andrà al voto

Aula "Sollano"

Il Consiglio comunale di Agrigento consegna a chi verrà l'onore/onere di approvare lo statuto della nuova società consortile che dovrà farsi carico della gestione del servizio idrico.

Se altri comuni, come Porto Empedocle, hanno votato pochi giorni fa lo statuto (in un'aula però praticamente semideserta) il capoluogo sembra aver rinunciato alla possibilità, consegnando nelle mani del commissario (o più probabilmente della prossima Amministrazione) ogni decisione.

Nei giorni scorsi, infatti, è stata convocata quella che potrebbe essere l'ultima seduta di Consiglio comunale prima del voto per il prossimo 23 settembre e, tra i punti inseriti non c'è appunto lo statuto della Consortile che verosimilmente non è stato messo all'ordine del giorno in assenza dei dovuti pareri da parte degli uffici.

Ati, nominato il commissario regionale per sostenere il ritorno all'acqua pubblica

A meno di una - oggi improbabile - prova di forza dell'Aula (in larga parte impegnata nella campagna elettorale) che possa convocare in urgenza i lavori entro questa settimana è quindi possibile che tutto sia rinviato quasi a data da destinarsi.

Intanto il prossimo 25 settembre si riunirà l'assemblea dell'Ati che rappresenterà anche la prima occasione per la presenza del nuovo commissario regionale che "accompagnerà" e sosterrà l'azione dell'Ambito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Azienda consortile, l'approvazione dello statuto è rinviata alla prossima amministrazione

AgrigentoNotizie è in caricamento