Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Conguagli idrici, per l'Ati sono solo sospesi: i commissari attendono atti ufficiali

La situazione si fa sempre più complessa trascorso qualche giorno dagli annunci trionfali registrati e c'è chi ribadisce che queste somme da qualche parte dovranno arrivare

Sospensione dei conguagli idrici, dall'Ati arriva un primo passo avanti che però potrebbe ridimensionare l'entusiamo da molti inizialmente espresso, mentre da Girgenti Acque ne arriva uno di "lato" che, parimenti, non sembra deporre bene per un'annullamento totale delle richieste di pagamento notificate in questi giorni ai cittadini e che, annunciava un comunicato stampa della deputazione agrigentina, si volevano stoppare in modo definitivo.

Partiamo dal deliberato del direttivo dell'Assemblea, risalente al 15 dicembre e pubblicato solo oggi nel quale appunto si ritiene di intervenire sui conguagli stante "La grave crisi economica dovuta all'emergenza Covid 19" che "impone di verificare modalità e decorrenza della riscossione". Quindi, dice il direttivo, "nelle more della programmazione delle verifiche con la gestione commissariale è opportuno sospendere la riscossione dei conguagli e l'invio delle bollette".

Quindi un rinvio a non meglio chiarite verifiche che però non appaiono una necessità della gestione commissariale. Anzi.

Conguagli idrici bloccati? Al momento molti annunci e pochi atti concreti

La stessa, nei giorni scorsi, subito dopo la riunione della IV commissione Ars, si era infatti premurata di scrivere a tutti i soggetti partecipanti a quell'incontro - e non solo - chiarendo che "la gestione commissariale, obbligata per funzioni e per ruolo a fedele applicazione delle norme, anche al fine di evitare qualunque pregiudizio alle finanze erariali, non dispone di alcuna potestà discrezionale ne provvedere su eventuali richieste di sospensione dell'efficacia di atti". In tal senso, va detto, nulla di strano da un punto di vista formale: solo un rimarcare che la competenza nelle scelte non è loro, ma dell'Ati, tanto che, proseguiva la lettera, "si resta in attesa di ricevere copia della deliberazione collegiale, che ex lege costituisce unico atto formale idoneo ad esentare la gestione commissariale da compiti imposti per legge". insomma, bisogna apettare che sul tema deliberi l'Assemblea territoriale idrica, che dovrebbe riunirsi domani sul tema.

Bollette idriche, annuncio della deputazione: stop ai conguagli

Se questo "stop" non arriverà, dicono i commissari, "non ci si potrà astenere dal procedere alla obbligatoria applicazione della delibera, nell'interesse pubblicistico della continuità del servizio essenziale". Quindi nessun dubbio: c'è un deliberato, senza il ritiro formale dello stesso non si può far molto. 

La conclusione è,se si può, ancora più tranciante, perché interviene anche per ragionare del futuro. "Resta inteso che ove fosse confermato l'intervento in autotutela dell'Ati, in relazione alle disposizioni ricevute sarà cura degli scriventi dare notizia dell'eventuale conseguenza sul deficit strutturale della gestione, anche al fine di ricevere adeguate istruzioni sulle modalità adottate per garantire la continuità del servizio idrico integrato nelle more della costituzione e attivazione del nuovo gestore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conguagli idrici, per l'Ati sono solo sospesi: i commissari attendono atti ufficiali

AgrigentoNotizie è in caricamento