menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Congresso mondiale degli architetti, La Mendola: "Agrigento capitale dell'architettura"

Dopo un tavolo tecnico a casa Sanfilippo, la delegazione ha visitato la mostra presente al tempio di Giunone, mostra "figlia" dell'architetto Lucchesi

"Volevo dare ad Agrigento l'opportunità, almeno per un giorno, d'essere la capitale dell'architettura". Sono queste le prima parole di Rino La Mendola attuale  vicepresidente del Consiglio mondiale degli architetti, presente oggi al tempio di Giunone per accogliere la delegazione mondiale degli architetti.
 
"Oggi noi terremo un consiglio mondiale degli architetti. Il nostro obiettivo è quello di confrontarci con altre realtà, mettere in atto idee e nuove proposte. Il nostro ordine del giorno è - spiega La Mendola -  la gestione e la valorizzazione dei Beni culturali".
 
 
"Sogno un' Agrigento modello Taormina o Ragusa - dice Rino La Mendola - dove le case in centro storico non siano un problema ma una vera e propria risorsa economica".
 
La delegazione degli architetti, dopo un tavolo tecnico alla casa Sanfilippo, si è recata al tempio di Giunone, dove il gruppo "Ufo", (Urban Future Organization), diretto dall'architetto Claudio Lucchesi ha dato vita a una suggestiva mostra. E' proprio Lucchesi a spiegare la bellezza delle opere rappresentate. "Abbiamo rappresentato progetti con linee di architettura comune appronfodendo i luoghi che nascono e sorgono. Raccogliamo progetti e li studiamo nelle nostre diverse sedi oggi sparse in tutto il mondo".
 
Ad ammirare la mostra anche Pietro Meli, della soprintendenza ai Beni culturali di Agrigento: "Questa mostra all'interno del sito archeologico agrigentino mi piace molto, tutto questo ci può insegnare come le cose fatte bene possano certamente sposarsi con l'antico, non dimentichiamo mai che la qualità è essenziale per l'architettura anche nei luoghi antichi".
 
Ha osservato e poi commentato Albert Dubler attuale presidente mondiale dell'Uia (unione internazionale architetti) soddisfatto della bellezza della Valle dei Templi ha affermato: "Agrigento è una città importante e suggestiva. Mi preme ricordare che non esiste arte moderna se non viene compensata con un passato di grande spicco".
 
Ha assistito alla mostra anche il direttore dell'Ente Parco archeologico e paesaggistico Valle dei Templi Giuseppe Parello: "Sono contento che ad Agrigento abbiamo ospitato questo importante evento, la mostra di oggi coincide con l'importante inaugurazione della mostra dell'artista Fabrizio Plessi, oroglioso che la Valle sia ancora al centro di molteplici eventi di questo calibro".
 
Hanno passeggiato per le bellezze della Valle anche e il presidente onorario Louise Cox (Australia), Il tesoriere Patricia Emmett (Sud Africa), il presidente della Regione 1 Uia (Europa Occidentale) Antonio Riverso, il presidente della Regione 2 Uia (Stati Uniti) Thomas Vonier, il presidente del dipartimento Esteri del Consiglio nazionale degli architetti. La delegazione dopo la rituale foto di gruppo ha potuto deliziarsi con un buffet offerto dall'ordine degli architetti di Agrigento.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento