Conferenza dei capigruppo, Palermo: "Ristabilire la trasparenza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"All'indomani della conferenza dei Capigruppo molte perplessità sorgono sulla gestione della stessa da parte della Presidenza che ha il compito di gestirne i lavori".

Il grido d'allarme parte dal Capogruppo del Pdr (Sicilia Futura), Nuccia Palermo, che nella giornata di ieri era unica presenza di opposizione all'interno della conferenza. Una conferenza più che animata.

"Quello che accade ha dell'incredibile. - sostiene Nuccia Palermo - Chiediamo l'intervento immediato del Segretario Generale al fine di ristabilire la trasparenza ed il rispetto verso i consiglieri tutti e le relative prerogative".

"Tra gli svariati comportamenti da censurare di questa presidenza - continua Palermo - vi è l'accaduto di ieri. È gravissimo e di poco rispetto istituzionale verso il lavoro dei consiglieri, che un atto portato dall'impiegato dello stesso ufficio di presidenza, durante la conferenza, venga totalmente ignorato senza alcuna presa d'atto e conseguenziale verbalizzazione per decisione del Presidente. Ancor più grave se l'atto presentato  riguarda l'erosione della fascia costiera, presentato per la prima volta l'8 marzo e reiterato durante la giornata di ieri".

"Chiedo ufficialmente un incontro tra il Segretario Generale e l'ufficio di Presidenza alla presenza di tutti i capigruppo per ricordare il rispetto dello statuto, del regolamento e dell'ordinamento degli enti locali della Regione Sicilia. Invito ancora il Dott. Rizzo a ricordare all'ufficio tutto che la verbalizzazione di ciò che accade all'interno della conferenza è sacra e deve contenere al completo le dichiarazioni pubbliche espresse a garanzia di tutte le forze politiche presenti e soprattutto dei cittadini".

Il Capogruppo Nuccia Palermo conclude affermando che investirà l'Assessorato agli Enti Locali della Regione Sicilia qualora dovessero perdurare tali gravi comportamenti suscettibili di responsabilità.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento