menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confagricoltura su aumento costi dell'acqua per uso irriguo

Il Consorzio di bonifica irriguo tre di Agrigento ha annunciato l'aumento dell'acqua di 2 centesimi che, quindi, passa a far data dall'anno 2015 da 15 a 17 centesimi. In merito all'argomento è intervenuta Confagricoltura

Il Consorzio di bonifica irriguo tre di Agrigento ha annunciato l'aumento dell'acqua di 2 centesimi che, quindi, passa a far data dall'anno 2015 da 15 a 17 centesimi. In merito all'argomento è intervenuta Confagricoltura.

«Nei due incontri da subito abbiamo notato che il vero obiettivo delle riunioni non era la programmazione irrigua 2015 e vari altri problemi, ma l'aumento dell'acqua che a dire del Consorzio visto che i costi lievitano e che la Regione taglia i consorziati pagano - dicono in una nota Alessandro Vita e il presidente Rosario Marchese Ragona-. Questa semplificazione è stata da subito vibratamente contestata, sia per la cattiva gestione del servizio nelle varie sfaccettature del consorzio (diga di Naro, Menfi, Ribera etc), e sia per il forte carico del costo degli operai dentro il consorzio, che magari con ereditate gestioni discutibili del passato, lo stesso si trova con un organico sovra dotato rispetto alle reali esigenze sia di lavoro che di bilancio. E' vero, la Regione Sicilia annuncia e pratica tagli al Consorzio, ma il tutto non può e non deve essere scaricato ai consorziati. Tutto questo è stato da noi denunciato nelle riunioni, ma noi essendo organo consultivo non abbiamo potuto cambiare la loro decisione», dicono ancora.

«Noi non abbiamo concordato nulla, anzi abbiamo contestato e comunicato ufficialmente che non condividevamo la richiesta di aumento dell'acqua, ed in maniera categorica proponevamo un aumento di zero centesimi di euro - aggiungono Marchese Ragona e Vita -. Il tutto risulta agli atti del Consorzio. Crediamo che oggi vogliano fare diventare il mondo agricolo il "bancomat" dello Stato, prima, vedi l'Imu agricola, e della Regione, poi, vedi il Consorzio di Bonifica. Pertanto sull'argomento come organizzazione, prima di compiere i successivi passi, vogliamo chiedere agli interessati ogni suggerimento, per poi riportarlo ufficialmente al Consorzio alla luce dei fatti ufficiali di oggi».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento