rotate-mobile
Cronaca

Libero Consorzio, Confael: "Solidarietà per i lavoratori"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Ciò che è avvenuto al Libero Consorzio-ex provincia Regionale di Agrigento non è  che  lo specchio di un vecchio  sistema politico-sindacale che  non intende governare  il cambiamento con la partecipazione ed il consenso dei lavoratori.

Lasciare che la  tutela, la salvaguardia del posto di lavoro  e l’affermazione dei diritti  dei lavoratori, nel pubblico impiego così come nel privato,   dipendano dalla sorte o meglio dal sorteggio, conferma in tutta evidenza l’inefficacia  del ruolo e della funzione  del sindacato e   l’inutilità dell’istituto della concertazione,  che necessita assenza di qualsivoglia  condizionamento politico, competenza e professionalità,  doti oggi raramente riscontrabili. Il senso dell’assemblea svoltasi in questi giorni , indetta dai lavoratori,  conferma un ulteriore sbiadita  pagina di storia del sindacalismo. E’ mai possibile che in presenza dei sindacati,  si siano potute affidare ad un sorteggio, scelte che invece dovrebbero esse frutto di concertazione condivisa nel merito degli obiettivi da raggiungere? 

Ormai la presenza del sindacato sul territorio si è ridotta all’invio di  lettere scritte per ricordare ad altri cosa necessita  o nostalgici  sit – in con sparute presenze e sfoggio di isolate bandiere al vento.

Lascia alquanto perplessi, apprendere che  il Commissario Straordinario  del Libero Consorzio Marino ha  adottato un Piano di miglioramento dei servizi che si intende imporre ai lavoratori che   non è  frutto né di consenso né  di partecipazione attiva dei dipendenti.

La Confael, come  sta operando  nella provincia di Agrigento in altri settori con il manifesto  consenso dei lavoratori,   esprime piena solidarietà ai dipendenti del Libero Consorzio abbandonati nell’esercizio  di non comprensibili  funzioni,  sottoposti a dirigenti i cui  ruoli e servigi, in larga parte   sono stati in questi anni  certamente di non facile comprensione.

La Confael inoltrerà a giorni un’ apposita richiesta di incontro al Commissario Straodinario per esporre più ampiamente sul tema le proprie ragioni,  avanzando altresì delle proposte nel merito.

Intendiamo così avviare una battaglia,  per rivendicare  un corretto  e funzionale ripristino dell’ ente intermedio Provincia regionale  in un quadro territoriale correlato  con i  piani di sviluppo dei comuni. Il gruppo dirigente della Confael siciliana sta elaborando  un’apposita piattaforma  che in autunno sarà sottoposta  alle forze  politiche , imprenditoriali, sociali, ai lavoratori ed ai  cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libero Consorzio, Confael: "Solidarietà per i lavoratori"

AgrigentoNotizie è in caricamento