Cronaca

Agrigento, "questione condotta fognaria": interviene la Cgil

Gli esponenti chiedono tramite nota stampa che "la Deputazione regionale e gli assessori agrigentini dentro la Giunta regionale, vigilino affinché non si perda tempo prezioso"

Nuovi interventi sulla questione "condotta fognaria di Agrigento". La Cgil esprime il proprio pensiero tramite comunicato stampa: "Leggiamo dalla stampa la questione della quale parliamo da decenni: depurazione delle acque reflue ad Agrigento. Adesso - scrivono i componenti - che il gestore privato del ciclo integrato dell’acqua 'Girgenti Acque' sembra ben intenzionato ad anticipare l’avvio dei lavori, ci auguriamo che tutto l’iter autorizzativo che chiama in causa il Comune di Agrigento e l’Assessorato regionale all’Energia e ai Rifiuti, venga definito in tempi ragionevolmente brevi. La Deputazione regionale e gli assessori agrigentini dentro la Giunta regionale, vigilino affinché non si perda tempo prezioso alla definizione ed all’avvio di questa importante opera che consentirà di chiudere la pagina indecorosa che ha riflessi anti- economici sul settore del turismo e sulla civiltà ambientale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agrigento, "questione condotta fognaria": interviene la Cgil

AgrigentoNotizie è in caricamento