menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Definizione istanze di condono edilizio", arriva l'ok dalla Regione

Cimino dell'ordine degli architetti: "Sollecitiamo fortemente le amministrazioni comunali ad adempiere in tempi brevissimi, accedendo al fondo di rotazione per l’affidamento di incarichi professionali"

La Regione approva la delibera 283 del 25 ottobre scorso sulla “Definizione istanze di condono edilizio” che consente ai Comuni di avvalersi dei liberi professionisti per l’attività di monitoraggio di ponti e gallerie. Ad esultare è il presidente dell'ordine degli Architetti, Alfonso Cimino che invita le amministrazioni comunali ad accedere al fondo di rotazione per l'affidamento degli incarichi. 

“Non è trascorso un anno da quando il presidente Musumeci insieme con l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone, attraverso l’ottimo lavoro svolto dal dipartimento regionale Tecnico, diretto da Salvio Lizzio, ha approvato i bandi tipo per i servizi di architettura e ingegneria rendendo, in tal senso, la Sicilia la prima regione in Italia – afferma Alfonso Cimino, presidente dell’Ordine degli architetti di Agrigento - Oggi ci sono già i primi segnali di ripresa del comparto edilizio con l’affidamento di incarichi, attraverso una short list di professionisti, per monitorare gallerie e ponti. Un segnale fortissimo che la Regione vuol dare nel procedere verso la sanatoria delle concessioni edilizie giacenti nei Comuni, anche a causa della mancanza di personale negli uffici tecnici. Aspetto, questo, che da tempo quest’rdine ha denunciato”.

"Oggi, dunque, la Regione offre la possibilità di affidare ai liberi professionisti esterni l’istruttoria tecnica per il rilascio delle concessioni edilizie in sanatoria per le pratiche di sanatoria giacenti negli uffici comunali. Sollecitiamo fortemente le amministrazioni comunali ad adempiere in tempi brevissimi, accedendo al fondo di rotazione per l’affidamento di incarichi professionali per le sanatorie edilizie e traendo due importanti vantaggi: lavoro per i liberi professionisti e rilancio del settore edilizio poiché, proprio attraverso il rilascio delle concessioni, si possono ristrutturare e completare opere ad oggi non sanate. Senza pensare che, con gli oneri di concessione, i Comuni potranno tirare un sospiro di sollievo sotto il profilo economico per i bilanci comunali. L’ordine degli architetti – conclude Alfonso Cimino - è disponibile a supportare le Amministrazioni comunali per l’affidamento degli incarichi professionali attraverso l’utilizzo dei bandi tipo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento