"Deve scontare condanna per omicidio ai domiciliari", il nipote lo denuncia: "Si è preso casa mia"

Nuovi guai per l'ottantaduenne Gerlando Sollano, la Procura vuole chiudere il caso: "Semplice questione civilistica"

Gerlando Sollano

Ai domiciliari per scontare una condanna per omicidio finisce nei guai perché avrebbe occupato arbitrariamente la casa del nipote che la reclama e lo trascina in tribunale per chiedere di mandarlo a processo nonostante la richiesta del pm di chiudere il caso. Nei prossimi giorni, dopo che oggi sono state ascoltate in udienza tutte le parti, il gip Luisa Turco deciderà se archiviare, ordinare nuove indagini o disporre l'imputazione coatta per Gerlando Sollano, 82 anni, condannato definitivamente a 20 anni di carcere con l’accusa di avere ucciso un uomo che gli avrebbe molestato la figlia.

L'anziano, difeso dall'avvocato Gianfranco Pilato, è accusato di "invasione di edifici" e minaccia. In particolare, secondo quanto ha denunciato il nipote che adesso - attraverso l'avvocato Salvatore Salvago si oppone all’archiviazione - si sarebbe appropriato di un immobile, che rientrava in un'eredità, e vi si sarebbe trasferito per espiare la condanna per omicidio in regime di detenzione domiciliare. Il contrasto sarebbe sfociato anche in qualcosa di più grave tanto che l'uomo ha denunciato lo zio pure per minaccia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vicenda, adesso, è arrivata al bivio. Il pubblico ministero Elenia Manno, questa mattina, ha ribadito in udienza la richiesta di archiviazione dell'inchiesta. Secondo il magistrato della Procura si tratterebbe solo di una disputa di natura civilistica che non integrerebbe alcuna ipotesi di reato. Alla richiesta si è associato il difensore di Sollano mentre il legale del nipote insiste e sollecita nuove indagini per non chiudere il caso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid-19, altri due casi in provincia: chiuso ristorante e richiamati tutti i clienti

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • "Pensionato ucciso perché molestava donne sposate", fatta luce sul delitto grazie a pentito: tre arresti

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • La scomparsa di Gessica Lattuca, trovate tracce di sangue a casa del fratello: nuovi accertamenti al Ris

  • Coronavirus, ancora positivi in provincia: a Ravanusa i casi salgono a sette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento