Concussione, arrestato maresciallo dei carabinieri a Sambuca di Sicilia

Il sottufficiale dell'Arma avrebbe intascato una mazzetta di 600 euro da un imprenditore edile. Il fatto è stato scoperto dai colleghi del militare, che hanno concordato il momento dello scambio con l'imprenditore-vittima

Il comandante della Stazione dei carabinieri di Sambuca di Sicilia, il maresciallo Luigi Sapienza, 53 anni, originario di Partinico (Palermo), è stato arrestato dai suoi colleghi per il reato di concussione

Il sottufficiale dell'Arma avrebbe intascato una mazzetta di 600 euro da un imprenditore edile. Durante un controllo da lui effettuato in un cantiere, Sapienza avrebbe contestato all'imprenditore alcune piccole infrazioni e avrebbe fatto credere alla vittima di avergli fatto una contravvenzione di 600 euro, invitandolo così a presentarsi in caserma per il pagamento che sarebbe dovuto avvenire in contanti

Ma i colleghi hanno scoperto tutto e avvertito la Procura della Repubblica di Sciacca, che ha autorizzato il nucleo radiomobile e la polizia giudiziaria a tenere d'occhio il maresciallo, concordando con l'imprenditore-vittima il momento dello scambio del denaro. Le banconote erano state fotocopiate. Sapienza le aveva nascoste nella sua stanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento