rotate-mobile
I riconoscimenti

“Acqua che crea, acqua che distrugge tra mito e realtà”: ecco le scuole vincitrici del concorso

La cerimonia di premiazione si è svolta nella sala Zeus del Palacongressi su iniziativa di “Inner Wheel”

“Acqua che crea, acqua che distrugge: tra mito e realtà” è il titolo del concorso per le scuole, promosso e coordinato dal club “Inner Wheel”, che ha visto protagonisti alcuni studenti delle scuole agrigentine che sono stati premiati durante una cerimonia nella sala Zeus del Palacongressi.

Dopo i saluti della presidente del club Lea Ceserani, è intervenuta in collegamento telematico la governatrice del Distretto 211 Mara Tocco Romeo che ha sottolineato l’importanza di iniziative educative “che sensibilizzano i giovani sul tema dell’acqua e della sua gestione sostenibile”. Il Parco archeologico, rappresentato da Patrizia Di Giovanni, ha evidenziato il legame tra l’acqua e il patrimonio storico-culturale del territorio.

Particolarmente apprezzata è stata l’iniziativa di Aica (Azienda idrica comuni agrigentini), il cui presidente Settimio Cantone ha offerto a 3 studenti meritevoli la possibilità di svolgere uno stage formativo presso l’azienda, promuovendo così la formazione e l’occupazione giovanile nel settore idrico. A presentare i progetti elaborati dagli studenti è stato il giornalista Domenico Vecchio che ha dato la parola agli studenti per esporre le loro idee e le loro riflessioni sul tema dell’acqua. 

Poi la segretaria del club Marcella Riccobono ha letto le motivazioni dei riconoscimenti assegnati agli studenti vincitori. Gli sponsor dell’evento hanno offerto premi in busta contribuendo così a valorizzare il talento e l’impegno dei giovani partecipanti.

I progetti presentati dagli studenti hanno evidenziato un approccio creativo e multidisciplinare al tema dell’acqua spaziando dalla storia alla geologia, dall’arte alla tecnologia. Gli elaborati hanno messo in luce l’importanza dell’acqua come risorsa essenziale per la vita e l’ecosistema, nonché la necessità di promuovere comportamenti responsabili e sostenibili nei confronti di questa preziosa risorsa. 

I premi sono andati agli studenti dell’istituto tecnico, economico e tecnologico Leonardo Sciascia, dell’Iiss “Enrico Fermi”, dell’istituto “Nicolò Gallo”, del liceo scientifico “Leonardo”, del liceo scientifico e delle scienze umane “Raffaello Politi” e del liceo classico e musicale “Empedocle” per la qualità e l’originalità dei loro progetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Acqua che crea, acqua che distrugge tra mito e realtà”: ecco le scuole vincitrici del concorso

AgrigentoNotizie è in caricamento