rotate-mobile
Il concerto

Il Banco del Mutuo Soccorso riempie il Palacongressi: platea gremita per salutare le leggende del “rock vecchio stampo”

La band guidata dallo storico leader Vittorio Nocenzi si è presentata con una veste rinnovata proponendo per oltre 2 ore il meglio del repertorio e le canzoni contenute nell’ultimo album

Un viaggio tra la pagine più importanti del rock progressivo italiano, quel genere oggi un pò dimenticato, soppiantato da nuove mode e tendenze musicali ma sempre vivo nella memoria di chi ha vissuto quel periodo indimenticabile. In tantissimi al Palacongressi ieri sera, sabato 4 marzo, per il concerto del “Banco del Mutuo Soccorso”, la storica band guidata da Vittorio Nocenzi che ha da poco 50 anni di carriera. 

Pubblico prevalentemente adulto, come era lecito aspettarsi, ma appassionato, con il piacere di tornare a sentirsi “alternativi” come accadeva negli anni Settanta. 

Il pubblico del Palacongressi per il Banco del  Mutuo Soccorso

E’ stato un viaggio in note che ha attraversato i tratti salienti della vasta produzione della band, attualmente in tour per promuovere il nuovo album “Orlando: le forme dell’amore”. Oltre 2 ore di spettacolo, non solo dedicate all’ultimo disco ma anche alla riproposizione integrale del primo album omonimo del 1972 (quello con la copertina del vinile che ricordava un salvadanaio). Poi un excursus con i brani più celebri che ha infiammato gli affezionati. La band si è presentata in una veste rinnovata, con nuova grinta ed energia, ma conservando la cifra stilistica che ha caratterizzato da sempre questo progetto unico nel suo genere. Testi socio-politici e arrangiamenti ricercati hanno ancora una volta lasciato il segno.

Il concerto del Palacongressi è stato inserito tra le attività collaterali del 75esimo Mandorlo in fiore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Banco del Mutuo Soccorso riempie il Palacongressi: platea gremita per salutare le leggende del “rock vecchio stampo”

AgrigentoNotizie è in caricamento