Cronaca

Con un coltello minaccia l'ex moglie, due feriti e un arresto

Il quarantenne, ubriaco, ha sfondato a pedate ed a spallate la porta-finestra dove vive la donna e, brandendo in aria la lama di 27 centimetri, ha creato il panico

Un uomo con un coltello in mano (foto archivio)

Ruba il coltello - con una lama da 27 centimetri - ad un pescivendolo che è posteggiato in piazza Del Carmelo. Si precipita in via Sacerdote Romano, a Racalmuto, sfonda a pedate ed a spallate la porta-finestra dove vive l'ormai ex moglie e, brandendo in aria il coltellaccio, la minaccia.

E' a pochi passi da piazza Del Carmelo che accorrono i carabinieri. Militari che provano a fermare l'uomo che, ubriaco, era praticamente fuori di se. Senza non poca fatica, i carabinieri riescono a disarmare il tunisino di 43 anni e ad arrestarlo.

Sia il tunisino che uno dei carabinieri, rimasti feriti, vengono accompagnati al pronto soccorso dell'ospedale "Barone Lombardo" di Canicattì. Il tunisino, G. A., tagliuzzatosi con il vetro della porta finestra che ha infranto, ha avuto diagnosticata una prognosi di 7 giorni. Cinque, invece, i giorni di prognosi per il carabiniere.

Il tunisino, praticamente una "vecchia conoscenza" degli investigatori, è stato arrestato per le ipotesi di reato di furto aggravato, danneggiamento, violazione di domicilio, resistenza a pubblico ufficiale. L'uomo era già finito nei guai, lo scorso anno, per aver picchiato, in mezzo alla strada, la figlia quindicenne. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con un coltello minaccia l'ex moglie, due feriti e un arresto

AgrigentoNotizie è in caricamento