rotate-mobile
Cronaca

Il Comune dovrà pagare 700 mila euro al dirigente dell'ufficio tecnico

L'ente è stato condannato dal tribunale al risarcimento nei confronti del funzionario per l'inquadramento tardivo della sua posizione lavorativa

Il Comune di Agrigento dovrà risarcire il dirigente dell’ufficio tecnico comunale, Giuseppe Principato, di ben 700 mila euro per l’inquadramento tardivo della sua posizione lavorativa. Lo ha deciso il tribunale della Citta dei Templi.

Nel dettaglio, - si legge nella determina dirigenziale del Comune - l’ente è stato condannato a pagare al funzionario la somma di 409.806 euro a titolo di risarcimento danni, più circa 130 mila euro di contributi per interessi maturati fino all’aprile del 2014. Inoltre, il Comune dovrà pagare poco più di 13 mila euro di spese legali ed oltre 146 mila euro per integrazioni dei contributi previdenziali ed assistenziali Irap per un totale di 701.892 euro.

Il Consiglio comunale ha riconosciuto il debito il 29 dicembre scorso e, con una delibera, ha approvato lo schema di accordo per la rateizzazione del credito e la determinazione degli interessi. La somma sarà pagata in tre rate da versare al dirigente nell’arco di un anno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune dovrà pagare 700 mila euro al dirigente dell'ufficio tecnico

AgrigentoNotizie è in caricamento