Il Comune scopre 5900 evasori, Firetto: "Nessuno aveva mai fatto tanto"

Il primo cittadino commenta il risultato raggiunto nell'operazione di riscontro degli abusivi, effettuata mettendo a confronto dati catastali e utenze

Lillo Firetto

Il Comune spinge il piede sull'acceleratore per la "caccia" agli evasori e il sindaco Lillo Firetto "festeggia" il risultato ottenuto. L'attività di riscontro delle utenze ha consentito, come noto, di inserie 5900 nuovi iscritti nell'anagrafe tributaria per quanto riguarda la Tari. 

"Questo significa, intanto, giustizia fiscale - commenta il sindaco - perché ci sono quasi cinquemila furbetti in meno a gravare sulle spalle dei cittadini onesti. Significa anche perequazione tributaria e maggiore stabilità per le casse comunali. E far pagare tutti significa pagare tutti di meno. Continueremo a cercarli e non sfuggiranno. La loro individuazione - continua il sindaco - si traduce matematicamente in certezza dei servizi, in omogeneità di trattamento tra i residenti e nella progressiva creazione di quella rete solidale tra cittadini per il bene comune su cui si fonda il governo della città".

Nello Hamel in Consiglio comunale: "Individuati 5900 nuovi utenti della tassa sui rifiuti" 

Il primo cittadino, lanciano una "frecciatina" a potenziali competitors nelle prossime amministrative aggiunte: "Chi lo aveva fatto prima? Nessuno! A parole sì, mai coi fatti? Nessuno sul serio. Sarà impopolare, come sosteneva e crede ancora qualche malandrino, ma so che è giusto. E questo è quel che conta per i cittadini onesti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento