Venerdì, 19 Luglio 2024
La pandemia

Coronavirus, dipendente comunale senza green pass: sospeso dal servizio

L'impiegato sarà assente ingiustificato. Avrà diritto alla conservazione del posto di lavoro e non avrà alcuna conseguenza disciplinare, ma per i giorni in cui non sarà in ufficio non sono dovuti la retribuzione, né altro compenso o emolumento

Istruttore amministrativo senza green pass. Acquisita la comunicazione, i dirigenti di palazzo dei Giganti lo hanno sospeso. L'impiegato comunale, assunto a tempo indeterminato, risulterà - con decorrenza primo marzo - assente ingiustificato. Avrà diritto alla conservazione del posto di lavoro e non avrà alcuna conseguenza disciplinare - esattamente per come imposto dal Governo -, ma per i giorni di assenza ingiustificata non sono dovuti la retribuzione, né altro compenso o emolumento (anche di natura previdenziale). 

L'impiegato comunale senza certificazione verde Covid-19  - sempre secondo quanto disposto dal Governo - risulterà assente ingiustificato fino alla presentazione della certificazione o fino al termine dello stato di emergenza. 

L’accesso dei dipendenti pubblici ai luoghi di lavoro in violazione degli obblighi di in tema di green pass è punito - stando sempre alle previsioni governative - con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 600 a 1.500 euro. In caso di reiterazione della violazione la sanzione amministrativa è raddoppiata. Le sanzioni sono irrogate dal prefetto a seguito di segnalazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, dipendente comunale senza green pass: sospeso dal servizio
AgrigentoNotizie è in caricamento