"Terreni espropriati senza atti formali", il Comune paga oltre un milione di euro

La condanna è arrivata nei mesi scorsi da parte della giustizia contabile, adesso sono state stanziate le risorse

Fontanelle

La condanna, arrivata dalla giustizia amministrativa nei mesi scorsi era già nota, ma solo adesso è giunto l'impegno economico vero e proprio che peserà sulle casse del Comune di Agrigento.

La vicenda è quella di un esproprio effettuato oltre trent'anni fa nel quartiere di Fontanelle, per la costruzione di strutture di edilizia popolare e spazi pubblici. Una procedura che, ha stabilito recentemente il Cga, non ha previsto tutti i passaggi necessari, portando alla fine ad una pesante condanna economica per il Municipio, chiamato a corrispondere insieme allo Iacp. 

Un debito che fino a oggi palazzo dei Giganti non aveva ancora riconosciuto perché, quando questo arrivò in consiglio comunale, mancava all'appello il parere da parte dei revisori dei conti, i quali a loro volta aspettavano dagli uffici la documentazione necessaria.

Così è oggi il settore legale dell'ente a disporre l'impegno di una somma di oltre 1 milione di euro per provvedere alla cosiddetta "acquisizione sanante" dei terreni in questione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sfonda il tetto del capannone e precipita da più di 10 metri: 29enne in gravi condizioni

  • Trova cellulare e lo consegna al Comune, finisce a processo per ricettazione: assolto

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • Grande Fratello, l'empedoclina Clizia Incorvaia: "Il bacio tra me e Scamarcio? C'è stato"

  • Maxi tamponamento lungo la statale 640: traffico in tilt

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento