Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Camastra

Accesso ispettivo antimafia al Comune di Camastra, commissione al lavoro per 3 mesi

Al termine del lavoro di verifica verrà inviata una relazione al ministro dell'Interno che deciderà se portare o meno gli atti all'attenzione del consiglio dei ministri per un eventuale scioglimento per mafia dell'ente

Dopo Castrofilippo e Racalmuto, per restare in zona, ma anche Burgio e Siculiana è "toccato" anche a Camastra. Accesso ispettivo antimafia al Comune. La commissione, nominata dal ministero su sollecitazioni della Prefettura, resterà al lavoro per circa tre mesi. E cercherà d'appurare se vi siano o meno eventuali condizionamenti o infiltrazioni nella macchina amministrativa. L'ispezione, qualora ve ne fossero le esigenze, è prorogabile per altri tre mesi.  

Comporre la commissione, che è al lavoro su Comune di Camastra, sono il vice prefetto Elisa Vaccaro, il vice capo della Squadra Mobile Vincenzo Di Piazza ed il comandante provinciale della Guardia di Finanza, il colonnello Fabio Sava. Quando la commissione ultimerà il suo lavoro di verifica, la Prefettura - secondo quanto previsto dalla legge - invierà una relazione al ministro dell'Interno e sulla base della relazione il ministro deciderà se portare o meno questa stessa relazione all'attenzione del consiglio dei ministri per un eventuale scioglimento per mafia dell'ente.

All'accesso ispettivo al Comune di Camastra si è arrivati dopo l'operazione "Vultur" della Squadra Mobile e della Dda di Palermo che portò a cinque provvedimenti restrittivi. Secondo l'inchiesta "Vultur", Rosario Meli, il presunto capo della famiglia mafiosa di Camastra, avrebbe partecipato, tramite terze persone, alle amministrative del 2013.   
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accesso ispettivo antimafia al Comune di Camastra, commissione al lavoro per 3 mesi
AgrigentoNotizie è in caricamento