menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Bagni pubblici, il Comune punta ad acquistarne di nuovi

Le strutture oggi presenti in città sono complesse da gestire e molte richiedono interventi di ristrutturazione

Bagni pubblici, il Comune non riesce a trovare un privato per la loro gestione né può occuparsene in modo diretto, così pensa all'idea di acquistarne di prefabbricati autopulenti.

La possibilità è al momento al vaglio degli uffici comunali edipende ovviamente non soltanto dalla disponibilità economica dell'Ente (che non può usare fondi dell'imposta di soggiorno, in assenza di un bilancio approvato) ma anche della fattibilità organizzativa e burocratica.

Movimento "Mani libere": "Non è ammissibile non vi siano bagni pubblici"

Del resto il nodo è tutto nella gestione di queste strutture. Dei bagni comunali esistenti, oggi, solo due sono in buone condizioni tanto da essere utilizzabili con una piccola spesa, ma nonostante due distinti bandi pubblicati dal Comune non è stato possibile individuare un gestore privato. Il Municipio non ha certamente né risorse umane né economiche per provvedere.

Così l'idea è quella di ridurre le risorse necessarie in tal senso con struture autopulenti, appunto, a cui comunque si potrà accedere previo il pagamento di un euro o cifre similari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento