rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Licata

Licata, il Comune in crisi mette all'asta i suoi "gioielli"

È stata fissata per il prossimo 8 agosto, presso il dipartimento delle Finanze, la gara per alienare beni da quasi quattro milioni di euro

Il Comune di Licata, per fare cassa, mette all’asta i propri “gioielli”. È stata fissata per il prossimo 8 di agosto la gara, presso il dipartimento delle Finanze, per alienare beni per quasi quattro milioni di euro.

L’ente, applicando il piano delle alienazioni per il 2016 approvato nello scorso gennaio dal Consiglio comunale, pone infatti in vendita depositi, magazzini, uffici e persino un’edicola. Tra gli immobili messi all’asta figurano l’ex macello cittadino, con una richiesta di 1.300.000 euro, l’autoparco comunale, valutato 750.000 euro, l’ex autofficina del Comune, i locali che ospitano l’archivio dell’ufficio tecnico e la falegnameria, ma anche l’ex sede dell’Eas.

Il Comune di Licata ha, secondo recenti stime, debiti fuori bilancio per 40 milioni di euro. Nello scorso mese di marzo ha “sforato” il patto di stabilità per 2.800.000 euro. Al momento, però, tutti i servizi alla cittadinanza vengono assicurati regolarmente. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licata, il Comune in crisi mette all'asta i suoi "gioielli"

AgrigentoNotizie è in caricamento