rotate-mobile
Servizio rifiuti

Servizio dei rifiuti costa sempre di più: serve una "manovra" da 400mila euro

E' stato necessario implementare il fondo per il servizio di raccolta, azzerando altri capitoli inutilizzati come il noleggio di telecamere contro gli "sporcaccioni"

Non bastano i soldi per pagare il servizio di igiene ambientale, il Comune costretto ad una "manovra" da 400mila euro che, se non aumenterà il costo della bolletta, di certo non permetterà alcuna riduzione quantomeno per il saldo del prossimo anno. 

Il provvedimento firmato dal dirigente responsabile del settore è stato pubblicato nei giorni scorsi sull'Albo pretorio dell'Ente e ha un titolo oggettivamente ostico: "Variazione compensativa capitoli spesa macroaggregato 3 - programma 3 Rifiuti - Missione 9 sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente".

In sintesi, c'è da rivedere il bilancio previsionale e il piano esecutivo di gestione per quanto riguarda la spesa annualmente sostenuta (nel caso specifico, per il 2022) per il servizio dei rifiuti.

Il motivo è chiaro, diversamente dall'oggetto: non bastano i soldi per le "spese obbligatorie del servizio". Così gli uffici hanno avviato una "manovra compensativa" che, sia chiaro, non ha una ripercussione diretta sulle bollette, ma certamente, spostando da un capitolo all'altro le somme di fatto inutilizzate, non permette alcuna riduzione delle imposte. 

Quindi, per recuperare i 400mila euro che andranno ad aggungersi ai 13 milioni e 800mila euro già necessari per il 2022, il Comune ha spostato di capitolo i 22mila euro dalle somme per la bonifica dell'ex discarica di Consolida (che da anni ormai produce una quantità inaduita e ingiustificata di percolato che deve essere periodicamente drenato); 60mila euro delle spese per smaltimento dei rifiuti pericolosi speciali e non pericolosi abbandonati per strada; mentre ben 150mila euro verranno recuerati dai 350mila stanziati inizialmente per elaborazione e notifica degli avvisi di riscossione tari, mentre altri 100mila euro dalla voce destinata al "noleggio di sistema di videosorveglianza per discariche abusive". 

Secondo gli atti, sono stati già stanziati 49mila euro per questo scopo. Non è chiaro con che risultato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio dei rifiuti costa sempre di più: serve una "manovra" da 400mila euro

AgrigentoNotizie è in caricamento