Movimento "Mani Libere": "Sulla distribuzione dei buoni pasto speravamo di sbagliarci"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Abbiamo sperato fino all’ultimo di sbagliarci quando abbiamo telefonato al Comune per chiedere chiarimenti sulla situazione delladistribuzione dei buoni alimentari. Ma purtroppo, anche questa volta avevamo ragione. Una voce al telefono ci ha risposto che “non ci sono notizie ufficiali, dalla segreteria del Sindaco ci hanno riferito che stanno
lavorando sulla graduatoria e qualche notizia si potrà avere non prima di lunedì 18 prossimo, perciò riprovate a chiamare lunedì”. In altre parole, dopo la distribuzione dei primi buoni spesa avvenuta nei primi giorni di Aprile (vigilia di Pasqua, ricordiamo) e per un totale di 150.720 €, il Comune, che ha ricevuto 444 mila euro dal Governo per
distribuirle ai bisognosi ha fatto passare quasi 40 giorni per fare una graduatoria e per cominciare a distribuire quasi 300 mila euro a chi non ha soldi per fare la spesa. Anche questa volta vorremmo essere smentiti, ma invece niente. Da palazzo dei giganti nessuna notizia.

E la cosa che ci sconvolge ancora di più è l’indifferenza generale della città. Non ci sono proteste, non c’è la politica, non c’è l’opposizione. Non c’è nulla. In altre parole non c’è democrazia. La vita scorre fra quanti hanno paura di ritorsioni e quanti hanno ottenuto benefici per loro o i loro congiunti e non possono permettersi di protestare o
criticare. Anche voi che ci state leggendo, perché non reagite?

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento