rotate-mobile
Cronaca

Sostegno alle famiglie in difficoltà, Riolo: "In cinque anni assegnati 2 milioni di euro"

Si tratta in larga parte non di contributi diretti, ma di iniziative destinate a chi è più bisognoso come i cantieri di lavoro

"Riuscire a movimentare e distribuire in cinque anni circa 2.000.000 di euro a favore di famiglie con difficoltà economiche sia un risultato che non so se possa essere definito scarno; noi ne siamo contenti e ne andiamo fieri. D’altra parte è ampiamente noto che i Comuni (non solo il nostro) non hanno nei propri bilanci somme a cui attingere per potere orientare a proprio piacimento le azioni di contrasto alla povertà, nè è possibile spostare somme, che derivano da finanziamenti vincolati, verso altre e diverse spese”. 

Così l'assessore alla Solidarietà sociale del Comune di Agrigento, Gerlando Riolo, interviene nel merito dell'annosa questione dell'assistenza alle famiglie bisognose, rispetto a cui molti puntano il dito verso il Municipio, accusato di aver fatto poco per il contrasto alla povertà.

"Si poteva fare di più? Si poteva fare meglio? È possibile – risponde Riolo. -  Penso però che in un Comune con le difficoltà che tutti conoscono, con le carenze di risorse economiche e umane, con l'impossibilità di fare assunzioni e con i pensionamenti che stanno falcidiando tutti i Servizi, sia oggettivamente difficile fare di più. Le nuove misure che stiamo mettendo in campo ovviamente non sono messe a frutto in questa fase perchè si è già, come qualcuno maliziosamente vuole fare credere, in campagna elettorale, ma perchè queste, come tanti altri progetti, sono il frutto di una lunga fase di progettazione, di autorizzazioni e di approvazione e che finalmente arrivano a conclusione".

Tra questi, la pubblicazione del nuovo bando per i cantieri di servizio: per potere partecipare è necessario essere residenti nel Comune di Agrigento da almeno 2 anni e bisogna presentare, entro il 15 novembre, la domanda alla quale bisognerà allegare la documentazione Isee e la carta d’identità e nella quale si farà una dichiarazione in dettaglio elencata nel modello di domanda che è possibile ritirare presso i locali dell’assessorato ai servizi sociali.

Le somme fin qui erogate ai cittadini non sono andate sotto forma di contributi diretti ma attraverso bonus spesa, bonus idrici, bonus energia, contributi per ragazze madri e poi con turni di servizio civico e cantieri di servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostegno alle famiglie in difficoltà, Riolo: "In cinque anni assegnati 2 milioni di euro"

AgrigentoNotizie è in caricamento