Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Compra un cellulare ad 1,99 euro e viene derubato di altre 65 euro

Due le denunce, per frode informatiche, delle ultime ore. Una donna s'è vista addebitare sulla carta di credito 40 euro per acquisti su internet mai fatti

Una cinquantenne di Favara si vede addebitare 40 euro sulla carta di credito, senza averli mai speso. Un coetaneo di San Biagio Platani riceve un sms con il quale gli comunicano l’attribuzione di un premio e gli offrono l’acquisto di un telefono cellulare ad 1,99 euro. Dalla carta di credito, usata per pagare 1,99 euro, gli spariscono però ulteriori 65 euro. Ancora frodi informatiche, con vittime agrigentini. Due quelle denunciate, nelle ultimissime ore, ai poliziotti della caserma “Anghelone” di Agrigento. Gli agenti della sezione Volanti hanno raccolto tutti i racconti e gli elementi utili alle indagini e i due diversi incartamenti sono stati già trasmessi alla polizia Postale che dovrà cercare di sbrogliare le due matasse, provando a dare un nome e cognome agli autori delle due diversissime frodi.

La cinquantenne di Favara ha denunciato d’aver subito la perdita di 40 euro dalla sua carta di credito, senza neanche averla utilizzata. E questo perché le è stato fatto un addebito da un sito estero. Appare quasi scontato che qualcuno si sia appropriato dei codici della carta di credito della favarese, magari durante un precedente acquisto online fatto dalla donna. E poi appunto quei codici e quindi quel denaro sono stati usati per effettuare acquisti, sempre su siti internet esteri, da parte di sconosciuti.

Diverso, invece, il caso del cinquantenne di San Biagio Platani che ai poliziotti della sezione Volanti – che sono coordinati dal commissario capo Francesco Sammartino – ha raccontato d’aver ricevuto un Sms con il quale gli comunicavano l’attribuzione di un premio. Il sito internet, mittente di quell’Sms, gli offriva – ad un prezzo ultra vantaggioso – l’acquisto di un telefono cellulare nuovissimo a 1,99 euro. Acquisto che l’uomo ha fatto, non lasciandosi scappare l’occasione. Peccato però che quel telefono cellulare, pagato appunto, 1,99 euro non è mai giunto a destinazione, ossia nella sua abitazione, e che dalla carta di credito gli siano, in seconda battuta, spariti 65 euro. Anche quest’ultimo frodato ha, naturalmente, formalizzato denuncia – a carico di ignoti – alla polizia di Stato. Esattamente per come è avvenuto nelle settimane successive al lockdown, anche nell’Agrigentino continuano a moltiplicarsi le denunce per truffe o frodi informatiche. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compra un cellulare ad 1,99 euro e viene derubato di altre 65 euro

AgrigentoNotizie è in caricamento