Cronaca

Compra online un mini escavatore e paga 2.500 euro: è una truffa, denunciato 50enne

L'uomo, deferito alla Procura, è risultato essere responsabile di altri simili raggiri messi a segno con lo stesso modus operandi

truffa

Vede su un sito internet un mini escavatore ad un prezzo decisamente allettante. Ci pensa un po’ e poi contatta al cellulare il rivenditore con il quale concorda il prezzo e i tempi di consegna. L’agrigentino settantenne, con due diversi bonifici, paga – e per intero – il mezzo. Sborsa 2.500 euro e inizia a contare i giorni concordati per l’arrivo del mini escavatore. Mezzo che però non giungerà mai a destinazione, ossia nella città dei Templi. Era il 3 marzo scorso quando l’anziano, su tutte le furie, forse anche disperato si presentava all’ufficio Denunce della Questura di Agrigento. Ufficio che ha sede alla caserma “Anghelone” di via Crispi. Veniva naturalmente formalizzata una denuncia per truffa e i poliziotti della sezione Volanti avviavano subito gli accertamenti. Indagini che hanno portato, nelle ultime ore, all’identificazione – e alla denuncia alla Procura della Repubblica – del truffatore. Si tratta di un cinquantenne non siciliano.

Il settantenne vittima della truffa online, ai poliziotti, aveva consegnato sia il numero del cellulare del rivenditore, sia gli estremi bancari usati per effettuare i bonifici. Elementi importantissimi che hanno consentito appunto ai poliziotti di identificare l’uomo. Consultando la banca dati della polizia, fra l’altro, sarebbe emerso che l’uomo, con lo stesso, identico, modus operandi aveva già commesso svariate, analoghe, truffe in diverse località d’Italia. L’agrigentino settantenne sarebbe stato soltanto l’ultimo dei malcapitati. L’ultimo che s’è lasciato attirare e allettare da quel prezzo irragionevolmente vantaggioso per un mini escavatore con quelle caratteristiche tecniche. Poi naturalmente la buona fede dell’anziano che non ha pensato ad eventuali, possibili, raggiri e che anziché versare un acconto e il saldo al ricevimento del mezzo, ha pagato – con due bonifici appunto – l’intera somma concordata. Ma i poliziotti della sezione Volanti della Questura – che tante denunce di truffa o frodi online continuano, purtroppo, a raccogliere – questa volta sono riusciti, e anche nel giro di un breve lasso di tempo, a tracciare la giusta strada investigativa per identificare il truffatore. Il cinquantenne, non siciliano, è stato, appunto, deferito all’autorità giudiziaria. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compra online un mini escavatore e paga 2.500 euro: è una truffa, denunciato 50enne

AgrigentoNotizie è in caricamento