Lunedì, 22 Luglio 2024
Il provvidenziale intervento

La compagna lo lascia e lui tenta il suicidio: 30enne salvato dal suo avvocato di fiducia

Il legale è stato il primo ad intervenire nell'abitazione dell'uomo che, al momento, è sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari

La compagna lo lascia e lui, trent'anni, tenta il suicidio. E' accaduto in uno dei Comuni dell'entroterra Agrigentino (il paese non viene citato per tutelare il giovane ndr.), dove è accorso - e di fatto gli ha salvato la vita - il difensore di fiducia del trentenne.

Il trentenne, al momento sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, durante la notte di Ferragosto, dopo la decisione della convivente di lasciarlo, ha cercato, utilizzando una corda, di togliersi la vita nel bagno dell'abitazione. Dei familiari, non è chiaro come, sono venuti a conoscenza del proposito dell'uomo e hanno subito allertato l'avvocato di fiducia. Un legale che, nonostante la serata di festa, non ha perso un solo secondo di tempo, e per primo è accorso nell'abitazione del trentenne. L'avvocato-eroe è riuscito ad evitare la tragedia, sollevandolo e liberandolo dalla corda. Sono stati quindi chiamati i soccorsi e i carabinieri che hanno, naturalmente, subito notiziato la Procura della Repubblica.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La compagna lo lascia e lui tenta il suicidio: 30enne salvato dal suo avvocato di fiducia
AgrigentoNotizie è in caricamento