menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scarichi fognari abusivi, il Comune annuncia il pugno duro: più controlli

Il sindaco Franco Micciché, audito dalla commissione d'inchiesta sui rifiuti ha ribadito che procederanno le verifiche contro chi inquina

Scarichi fognari abusivi lungo i fiumi e in interi quartieri della città, il sindaco Franco Micciché garantisce il rafforzamento dell'impegno da parte del Comune nel perseguire chi inquina.

Il primo cittadino lo ha fatto stamattina, audito dalla commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali che sta approfondendo le questioni connesse soprattutto alla depurazione dei reflui in città e più complessivamente in Sicilia.

Commissione d'inchiesta sui rifiuti, audizione per il neo sindaco

La commissione, si ricorderà, era stata nella nostra provincia nelle scorse settimane effettuando anche un sopralluogo al depuratore di Fontanelle (uno dei due in procedura d'infrazione europea insieme a quello del Villaggio Mosè).

Nella sua relazione Miccichè ha, insieme al vicesindaco e assessore ai rifiuti Aurelio Trupia, fatto inizialmente solo il punto della situazione che, come noto, non è buona: gli impianti di depurazione sono infatti sottodimensionati rispetto al numero di persone che effettivamente conferiscono qui i reflui (un esempio è proprio l'impianto del Villaggio Mosè, creato per 1500 abitanti equivalenti) e i progetti di potenziamento o di costruzione di nuovi impianti sono al momento ancora in fase di realizzazione.

Scarichi fognari abusivi nel fiume, scattano quattordici sanzioni

Micciché, comunque, a specifica domanda dei deputati, ha spiegato che le attività di verifica e sanzione nei confronti degli scarichi fognari abusivi proseguirà "in continuità con la precedente amministrazione" e che anzi verrà "potenziato", insieme all'adozione di specifiche ordinanze. Un compito che verrà comunque svolto - ha precisato il funzionario comunale Gaetano Greco - in collaborazione con la Procura come già fatto e in applicazione di normative già esistenti. Le violazioni ambientali, infatti, sono reati veri e propri.

Rispetto agli scarichi abusivi, ad esempio è da tempo aperto il fronte che riguarda la frazione di Villaggio Peruzzo, dove sono stati scoperti decine di utenti che ancora oggi non sono collegati alla fognatura molto banalmente perché non esistente. A molti di loro è già arrivata a casa una mega sanzione da 6mila euro che comunque in molti hanno deciso di impugnare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento