Ospedale, il commissario dell'Asp in visita nel reparto di oncologia

Soddisfatto Riccardo Barrano, il presidente dell’Associazione malati in cura oncologica onlus (Amico) di Agrigento

Un momento della visita

“La stretta collaborazione tra istituzioni e mondo dell’associazionismo è una risorsa fondamentale per incrementare la qualità delle azioni destinate alla cura dei pazienti affetti da patologie tumorali”. È con questa affermazione che il presidente dell’Associazione malati in cura oncologica onlus (Amico) di Agrigento, Riccardo Barrano, esprime "viva soddisfazione" per la recente visita del commissario dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento, Gervasio Venuti, all’Unità operativa di oncologia del “San Giovanni di Dio”.

“Insieme al dottor Alfredo Butera, primario del reparto, - continua Barrano - ci siamo fatti promotori di alcune proposte immediatamente recepite dalla direzione Asp. Tra le richieste, quella di una sala di attesa più ampia e dignitosa per i tanti pazienti che, con i loro familiari, affollano quotidianamente il reparto, quella di locali interni più spaziosi e consoni alle attività di umanizzazione che le onlus 'Amico' e 'Kore' stanno portando avanti in reparto ed inoltre quella di potenziare il personale paramedico con l’aggiunta di almeno un infermiere ed un osa”.

Su questa scia l'associazione Amico onlus auspica che "si provveda alla conferma e stabilizzazione dei tre oncologi e dell’infermiere che da diversi anni esercitano scrupolosamente la loro attività medica ed umana all'interno del reparto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento