Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Servizio idrico, la Regione: "Approvare piano d'ambito o commissariamento Ati"

L'Assessorato regionale all'acqua e rifiuti attende risposte entro 30 giorni o procederà con poteri sostitutivi

L'assessore Pierobon

Gestione del servizio idrico, la Regione sollecita l'Ati ad attivarsi per approvare il piano d'ambito e le procedure necessarie all'individuazione del dopo Girgenti Acque. Altrimenti a decidere sarà un commissario.

Servizio idrico, l'Ati ha scelto: sarà consortile pubblica

Tutto è contenuto in un atto notificato ad Agrigento il 10 ottobre scorso che traccia come data entro cui provvedere a normalizzare la situazione il prossimo gennaio 2021. Entro quel periodo “tutti gli atti propedeutici all’affidamento, con particolare riguardo al piano d’ambito siano adottati entro e non oltre quella data” dovranno essere espletati ai sensi di legge. E siccome dalle nostre parti non si vede traccia di provvedimenti in tal senso, e soprattutto lo scontro tra sindaci rischia di far arenare quanto di poco si è messo in "cassa", il tempo a disposizione non è poi così tanto.

Ati, è scontro a tutto campo tra i sindaci

Così la Regione diffida l'Ati a porre in essere e definire “ogni necessario e utile adempimento, nel rispetto della normativa vigente, per procedere alla redazione-aggiornamento del piano d’ambito, notiziando lo scrivente entro 30 giorni. Trascorso infruttuosamente il termine, si attueranno i poteri sostitutivi con la nomina di un commissario ad acta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio idrico, la Regione: "Approvare piano d'ambito o commissariamento Ati"

AgrigentoNotizie è in caricamento