menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dissidi di lavoro e scoppia la zuffa fra commercianti, un denunciato

Un trentenne è stato trovato in possesso di un bastone che era stato trasformato in manganello

Diatribe lavorative innescano una zuffa fra due commercianti. E’ accaduto nel rione commerciale del Villaggio Mosè dove sono dovuti intervenire i poliziotti della sezione Volanti della Questura. Agenti che hanno prima riportato la calma e poi denunciato alla Procura della Repubblica uno dei due esercenti. Il trentenne agrigentino è stato trovato infatti in possesso di un bastone che era stato trasformato in manganello. Una sorta di arma “bianca” che non è stata affatto utilizzata, ma che però ha fatto configurare l’ipotesi del porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

I poliziotti delle Volanti sono intervenuti al Villaggio Mosè dopo aver raccolto una segnalazione arrivata alla sala operativa. Qualcuno, al 113, parlava di una violenta lite fra due persone. Naturalmente gli agenti sono accorsi immediatamente. E lo hanno fatto per evitare che la lite potesse degenerare. Giunti sul posto, non soltanto hanno subito riportato la calma, ma hanno anche cercato di ricostruire cosa avesse effettivamente innescato la diatriba presto trasformatasi in zuffa. Fatta chiarezza – tutto avrebbe avuto origine da motivi lavorativi -, i poliziotti hanno trovato il trentenne in possesso di un bastone trasformato a manganello. Ed è stata, appunto, formalizzata la denuncia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento