menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Il presidente della Repubblica ha firmato: Comitini adesso è una città

Mercoledì, il sindaco è stato convocato dal prefetto Dario Caputo che gli consegnerà il decreto di Sergio Mattarella. Un'ora dopo sarà il momento della festa

Il sogno si è realizzato. Comitini - terra del tricolore, terra delle zolfare e patria di "Ciaula" - è diventata città. A comunicarlo, con orgoglio ed emozione, è stato il sindaco Nino Contino: "Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha insignito il nostro Comune con il titolo di città per trascorsi storici di interesse e rilevanza nazionale". E' uno dei Comuni più piccoli dell'Agrigentino perché colpito dal "male" dell'emigrazione. Ma da oggi in avanti, Comitini - che è stata anche la terra di due premi Nobel: Luigi Pirandello e Salvatore Quasimodo - è una città.   

"Il nostro Comune riceve grandi onori dalla patria e, in questo momento, più che mai, sono orgoglioso e fiero di essere sindaco di una città e di un popolo dai grandi trascorsi storici e grandi valori" - ha continuato Nino Contino - . Mercoledì, alle 11,30, il sindaco di Comitini è stato convocato dal prefetto Dario Caputo che gli consegnerà il decreto a firma del presidente della Repubblica. Un'ora dopo - secondo quanto annuncia il sindaco Contino - ci sarà un raduno alla rotonda di via Tre luglio, alla presenza delle autorità locali, cittadini e scolaresche. "Tutti insieme, in processione, - spiega Contino - ci porteremo al palazzo municipale dove il consiglio comunale prenderà atto del documento presidenziale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Solidarietà all'Arma dei carabinieri, bandiere a mezz'asta al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento