Comitato Schengen a Lampedusa, Zoffili: "Hotspot? Ho visto rifiuti e sporcizie"

La delegazione è stata in visita sull'isola e ha ispezionato la struttura

"L'hotspot di Lampedusa è al collasso, c'è una situazione di emergenza: su 94 posti previsti, ieri c'erano 320 persone in mezzo a materassi senza lenzuola, sporcizia, rifiuti e un'area minori inadeguata". E' questo il bilancio fatto dalla delegazione del Comitato parlamentare di controllo su Schengen guidata dal presidente Eugenio Zoffili, deputato della Lega che ne ha riferito in una conferenza stampa al Senato. La delegazione, dunque, è stata in visita conoscitiva a Lampedusa, a dicembre toccherà al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. Il centro di accoglienza è al collasso a ribadirlo anche

Proprio Zoffili ha ricordato che il Comitato ha lasciato una corona di fiori a Porta Europa in memoria delle vittime dei
naufragi e ha citato i dati del Viminale sugli sbarchi a settembre pari a 2498, contro i 947 del settembre 2018. Il centro di accoglienza è al collasso a ribadirlo anche Laura Ravetto di Forza Italia, che ha fatto sapere di avere visto alcuni minori. "Ne ho contati 5 tra cui un neonato e bambini di pochi anni". 

Sulla nazionalità più diffusa nell'hotspot, prevalgono i tunisini: "Questo non è accettabile, da noi insomma non arrivano i siriani - ha denunciato Ravetto - perciò non basta fare gli accordi bilaterali, devono essere attuati". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento