Comitato parlamentare in Prefettura, Zoffili: "Preoccupato, ma la Sicilia resta Covid free"

Il presidente: "Torniamo a Roma portando le istanze: chiederemo il potenziamento degli organici e delle strumentazioni per le forze dell'ordine"

Un momento della conferenza stampa in Prefettura

"Ritengo doveroso che anche il ministro dell'Interno e il ministro della Salute programmino, a breve, una visita in Sicilia e in particolare a Porto Empedocle, Pozzallo e a Lampedusa. Sono preoccupato personalmente di questa situazione. Penso alla comunità che s'è svegliata con la notizia di 28 persone positive sulla nave". Lo ha detto Eugenio Zoffili, presidente del Comitato parlamentare di controllo sull'attuazione dell'Accordo di Schengen, di vigilanza sull'attività di Europol, di controllo e vigilanza. Il comitato, sulle visite effettuate, farà una relazione che verrà portata in Parlamento. "Guardando al turismo, la Sicilia resta comunque Covid free - ha aggiunto Zoffili - . Queste persone sono allocate in una nave con regimi di contenimento del contagio. Con soddisfazione guardo al lavoro h24 dei sindaci, che sono i primi a gestire le emergenze, e delle forze dell'ordine. Torniamo a Roma portando le istanze: chiederemo il potenziamento degli organici e delle strumentazioni degli agenti". Presenti anche i deputati agrigentini Rosalba Cimino e Filippo Perconti. 

Migranti salvati dalla Sea Watch e imbarcati sulla Moby Zazà: altri 28 sono positivi al Covid

"Ieri siamo stati a Pozzallo dove è emersa la necessità di avere più forze dell'ordine e più militari delle 'Strade sicure' per le attività sul territorio, dove abbiamo visto la nave Jonio ormeggiata, e all'hotspot. Stamani ci siamo svegliati con la notizia del migrante positivo al test del Covid. Nel corso della riunione sono arrivate le conferme di 28 casi positivi, due dubbi. Sono stati effettuati tamponi su tutti gli altri immigrati ospitati sulla nave Zazà, provenienti dalla Sea Watch, e risultano negativi" - ha premesso ha Eugenio Zoffili, presidente del Comitato - . Il comitato, sulle visite effettuate, farà una relazione che verrà portata in Parlamento.

"I test di controllo verranno rifatti, abbiamo parlato con personale dell'Usmaf, del ministero della Salute e della Croce Rossa - ha aggiunto - e verrà effettuato il tampone anche sull'equipaggio della Sea Watch che in questo momento è in quarantena. Sul fronte delle forze dell'ordine c'è stata manifestata esigenza, anche per questa provincia, di un aumento. Abbiamo ascoltato il sindacato autonomo di polizia e i suoi agenti. Il Parlamento è qui, qui presente. Oggi pomeriggio partiamo per Lampedusa dove staremo col sindaco, con i cittadini e stanotte staremo in mare con le motovedette della Guardia di finanza". 

eugenio zoffili e prefetto cocciufa-2

Tutti i parlamentari intervenuti, durante la conferenza stampa - svoltasi in Prefettura - del comitato, hanno evidenziato l'emergenza immigrazione nell'emergenza Covid-19. "La scelta della nave per il contenimerto del Coronavirus è stata efficace e cooerente con lo stato d'emergenza attuale" - è stato evidenziato dall'onorevole De Filippo - . "Già da marzo, assieme al collega Perconti, ci eravamo adoperati per mettere in luce l'esigenza del nostro territorio - ha spiegato il deputato Rosalba Cimino - . Tutti ci hanno rassicurato sulla proficua gestione del fenomeno. Sono soddisfatta dell'attenzione del Governo per il territorio e continueremo a vigilare". "L'immigrazione è importante per l'umanità. Ma deve essere disciplinata e regolamentata ed è compito della politica, del Governo farlo. Se è irregolare, va combattuta. Oggi stiamo vivendo schiavismo moderno, tratta di esseri umani. Dobbiamo ripristinare l'immigrazione regolare - ha detto, illustrando il suo pensiero politico, il senatore Toni Iwobi della Lega - . Il contenimento dell'immigrazione irregolare è possibile e lo abbiamo dimostrato quando eravamo al Governo. Chiederemo la tutela per confini europei. Parlo in nome degli immigrati, anche io lo sono. Non stiamo aiutando quei ragazzi facendoli passare dal tunnel della morte e non stiamo aiutando i nostri concittadini". 

deputato Toni Iwobi della Lega-2

"Un ringraziamento al comitato che ha voluto rivolgere a questa provincia. La visita è caduta in una giornata particolare - ha detto il prefetto Maria Rita Cocciufa - . Mi sento confortata dal fatto che abbiamo sentito, dalla viva voce, di chi opera e lavora che sono situazioni possibili ma gestibili con gli strumenti che abbiamo a disposizione. La nave è chiusa, blindata. Queste persone sono scese da una nave e sono salite su un'altra nave e non hanno incontrato nessuno sul territorio nazionale e adesso sono state avviate misure e linee guide che vengono dal ministero della Salute immediatamente attivate. Si faranno ulteriori tamponi per monitorare la situazione giorno, dopo giorno. Le criticità vanno affrontate e adeguatamente risolte". 

  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento