Sabato, 13 Luglio 2024
Tribunale del riesame / Licata

"Coltivavano 1200 piante di canapa ma avevano tutte le autorizzazioni": annullato il sequestro

L'azienda agricola si occupa di produzione di marijuana light: la difesa produce la documentazione con i contratti e le relative fatture

I carabinieri gli avevano sequestrato 1.200 piante di cannabis contestando ai tre responsabili dell'attività la produzione illecita di sostanze stupefacenti. La difesa, tuttavia, produce tutte le autorizzazioni previste dalla legge e i giudici del tribunale del riesame ordinano la restituzione.

Il collegio presieduto da Alfonso Malato, al quale si è rivolto il difensore dei tre imprenditori, l'avvocato Francesco Lumia, ha annullato il decreto di sequestro disposto dal gip. L'operazione era scattata il 4 ottobre: i militari, durante un'operazione di controllo, avevano deciso di intervenire all'interno di un'azienda agricola che si occupa di coltivazione di cannabis light da fibra contestando la produzione illegale di stupefacenti e denunciando i tre titolari.

La difesa, tuttavia, ha documentato che, contrariamente a quanto sostenuto dagli inquirenti, l'attività di produzione di questo tipo di semina è consentita e non è soggetta ai rigidi limiti previsti per la commercializzazione.

La difesa, quindi, ha prodotto i contratti, le fatture e le autorizzazioni e i giudici hanno ritenuto carenti gli indizi tanto da annullare il provvedimento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Coltivavano 1200 piante di canapa ma avevano tutte le autorizzazioni": annullato il sequestro
AgrigentoNotizie è in caricamento