rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Assoluzione / Licata

"Coltivava canapa indiana fra le zucchine", il giudice: "Non ha commesso il fatto"

Il licatese, assieme ad un'altra persona, era stato arrestato, dai carabinieri, il 20 novembre del 2018

"Non ha commesso il fatto". E' con questa formula, pienamente liberatoria, che un licatese, accusato (in concorso con un'altra persona) di aver coltivato 70 piante di canapa indiana, è stato assolto. La sentenza è stata pronunciata dal giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Antonella Ciraulo. 

Il licatese, difeso dall'avvocato Angelo Benvenuto, era stato arrestato il 20 novembre del 2018 dai carabinieri.

Canapa indiana fra le zucchine, sequestrati 15 chili di "roba": due arresti

Il pm, a margine della requisitoria, aveva chiesto la condanna a due anni e due mesi di reclusione, oltre al pagamento di una multa da 10 mila euro. La difesa aveva invece invocato l'assoluzione perché "non vi era la prova della responsabilità dell'imputato che si trovava su quell'appezzamento di terreno in quanto operaio regolarmente ingaggiato e si occupava esclusivamente della coltivazione delle zucchine". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Coltivava canapa indiana fra le zucchine", il giudice: "Non ha commesso il fatto"

AgrigentoNotizie è in caricamento