Trova la porta danneggiata e viene colpito alla testa con una spranga, 50enne in ospedale

E’ stato un tentativo di rapina? O è stato il gesto di qualcuno che stava cercando di occupare l’appartamento? E' mistero. I poliziotti hanno avviato le indagini

Colpito alla testa, forse con una spranga, mentre cercava di aprire la porta di casa che aveva trovato danneggiata. Un cinquantenne di Agrigento è finito al pronto soccorso, in codice rosso, dell’ospedale “San Giovanni di Dio”. E’ stato – nella notte fra venerdì e sabato, ma la notizia è trapelata soltanto ieri, - aggredito alle spalle e il ferito, a quanto pare, non sarebbe riuscito a scorgere alcun dettaglio per identificare il suo assalitore che s’è, naturalmente, dato alla fuga.

E’ accaduto tutto in una palazzina del quartiere di Bonamorone. Dall’ospedale – dove il cinquantenne è finito – la segnalazione è stata subito inoltrata ai poliziotti della sezione “Volanti” Questura di Agrigento. E gli agenti, adesso, si stanno occupando delle indagini. E’ stato un tentativo di rapina? O è stato il gesto di qualcuno che stava cercando di occupare l’appartamento?

E’ mistero. Spetterà alle indagini dei poliziotti, laddove possibile, cercare di fare chiarezza su quanto è accaduto in quello stabile. Perché pare che nessuno abbia visto, né tantomeno sentito nulla. Il cinquantenne ha riportato un brutto trauma cranico e delle ferite alla testa, ma per fortuna non è in pericolo di vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inevitabilmente, i poliziotti hanno subito ripensato a quanto avvenne, nel febbraio dello scorso anno, sempre nello stesso quartiere. Allora, approfittando della momentanea assenza della donna, venne incendiato l’appartamento di una settantenne agrigentina. Alloggio che fu anche dichiarato inagibile. Anche in quel caso, intervennero i poliziotti della sezione “Volanti” e quelli della Squadra Mobile che raccolsero le dichiarazioni della settantenne. La donna raccontò di pregressi episodi inquietanti, di presunti tentativi di intimidazione: qualcuno, infatti, a quanto pare, qualche tempo prima, buttato delle pietre all'interno del balcone di quella stessa abitazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Coronavirus: muore commerciante di Canicattì, seconda vittima dopo l'anziana di Sambuca

  • Coronavirus, è di nuovo raffica di positivi a Ravanusa, Palma, Canicattì, Licata, Sciacca, Cianciana e Porto Empedocle

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 5 alunni positivi a Porto Empedocle e 3 a Lampedusa: salgono a 15 i contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento