rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Cronaca Centro città

Non si sa più chi deve intervenire sul colle della cattedrale, Firetto: "Soluzioni subito, non c'è più tempo"

Il sindaco: "La gara per la messa in sicurezza del duomo presto andrà a buon fine. Un recupero che può essere inutile, se non sinergico al consolidamento della collina"

"Andiamo incontro all’inverno e alla stagione delle piogge. Un altro inverno col fiato sospeso. Le parole inutili offendono la città più del silenzio. Più che un richiamo alle responsabilità, serve scuotere le coscienze. Soluzioni subito. Non c’è più molto tempo". Lo ha scritto il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, in merito all'emergenza colle di Girgenti.

La collina è dissestata, la Protezione civile non può intervenire 

Sindaco che ha mandato una nuova lettera al presidente della Regione Rosario Crocetta, al dipartimento della Protezione civile, a quello dell'Ambiente e al ragioniere generale del Bilancio e Tesoro della Regione. "Lungo il costone della cattedrale scivola pian piano il simbolo di Girgenti, scivolano gli atti ufficiali e i vani rimpalli di competenze, scivolano le responsabilità regionali e le promesse, scivola inesorabilmente anche il tempo, assieme a quel briciolo di dignità rimasta appiccicata alle foto-notizie, ai proclami delle conferenze stampa, alle dichiarazioni e alle “certezze”. Rivolgo - scrive Firetto - lo sguardo a quel timer che segna il tempo perduto: 6 anni e 7 mesi. Un tempo lunghissimo. Si affollano i ricordi dei soliti discorsi, dei perenni tavoli ipocriti. Da un lato, c’è la gara per la messa in sicurezza della cattedrale che presto andrà a buon fine; dall’altro, c’è un piano instabile senza progetto. Un recupero che può essere inutile, se non sinergico al consolidamento. E ad oggi raccolgo gli effetti degli ennesimi dialoghi sterili dinanzi al progressivo e inarrestabile deteriorarsi dei luoghi".

La crepa si è allargata, cresce l'allarme 

Firetto, cercando di scuotere "le coscienze" - come lui stesso scrive - chiede un autorevole, indispensabile, intervento. Perché, adesso, svanite le certezze, serve individuare il "soggetto attuatore" - chi dovrà occuparsi del bando per cercare gli esperti professionisti che dovranno redigere il progetto di mitigazione del dissesto idrogeologico della collina - e arrivare ad una definitiva soluzione del problema, per salvaguardare la sicurezza pubblica a monte come a valle. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si sa più chi deve intervenire sul colle della cattedrale, Firetto: "Soluzioni subito, non c'è più tempo"

AgrigentoNotizie è in caricamento