Non fu racket delle estorsioni: denunciato l'uomo che incollò i lucchetti di 12 negozi

Denunciato un 57enne del posto. Durante la perquisizione ritrovati gli abiti usati per compiere il gesto: ha confessato

(foto ARCHIVIO)

La prima pista era stata, soprattutto per il modus operandi utilizzato, quella del raket delle estorsioni. invece, alla fie, si trattava di meri episodi di danneggiamento. 

Colla nella serratura di 12 negozi, via alle indagini

Dopo mesi di indagini i poliziotti del Commissariato di Porto Empedocle hanno finalmente dato un volto a colui che, nella notte tra il 20 ed il 21 gennaio scorsi si rendeva responsabile del danneggiamento aggravato di diverse attività commerciali nel centro della cittadina marinara. Agendo in piena notte aveva svuotato diversi tubetti di colla a presa rapida dentro le serrature delle saracinesche. A riprendere tutto erano state però alcune telecamere di sorveglianza. Così, dopo ulteriori accertamenti, gli agenti, in esecuzione di un decreto di perquisizione emesso dall’autorità giudiziaria, sono entrati a casa di C.V., 57 anni, fino a quel momento principale sospettato. Qui hanno trovato gli indumenti indossati dallo stesso durante il raid notturno e due tubetti di colla dello stesso tipo utilizzato a gennaio. L'uomo ha confessato ed è stato denunciato.

L'uomo era stato immortalato dalle telecamere mentre agiva indisturbato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Il Coronavirus fa paura: Licata +26 contagiati, altri 30 positivi a Ravanusa, 10 a Favara, 9 a Montevago e 7 a Sambuca

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento