menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'INTERVENTO: Codice di comportamento, parlano i sindacati

L'INTERVENTO: Codice di comportamento, parlano i sindacati

L'INTERVENTO: Codice di comportamento, parlano i sindacati

I sindacati: "i lavoratori pubblici sono obbligati al rispetto assoluto delle norme"

Nota stampa dei sindacati Cgil-Fp, Cisl-Fps, Uil-Fpl, Csa, a seguito della iniziativa del sindaco di Agrigento Zambuto della convocazione di una assemblea dei lavoratori del Comune per far firmare loro un codice deontologico o un protocollo di legalità: "Non è dato capire al momento di cosa si tratti - scrivono le organizzazioni sindacali - a seguito dei noti fatti di cronaca verificatisi in questi ultimi giorni. Non vorremmo che con questa iniziativa, a giudizio delle scriventi, inutile e semplicemente propagandistica, si desse l’impressione alla opinione pubblica che all’interno del Comune di Agrigento operino dei lavoratori, che nel quotidiano esercizio dei propri doveri si discostino dalle norme etiche, cui per legge e contratto sono tenuti ad operare".

"Si ricorda - continua la nota - al fine di meglio inquadrare la problematica, che i lavoratori pubblici sono obbligati al rispetto assoluto delle norme di legge oltre che al rispetto del codice comportamentale previsto dal contratto collettivo di lavoro e che ogni eventuale violazione che si dovesse verificare è sanzionata pesantemente dal Codice Disciplinare previsto sempre dal contratto di Lavoro, oltre evidentemente dagli organi inquirenti per i casi di violazione di legge. Ecco perché, ad avviso delle organizzazioni sindacali, l’iniziativa promossa appare solo propagandistica. I fatti di cronaca di questi giorni, su cui la magistratura saprà fare certamente chiarezza, non debbono ripercuotersi sulla vita professionale dei tanti dipendenti, che ogni giorno, con scrupolo, coscienza e dedizione svolgono il proprio lavoro al servizio della collettività  e dei cittadini. I lavoratori - conclude la nota - hanno già sottoscritto un contratto individuale di lavoro con il quale, senza bisogno di ulteriori manifestazioni di acquiescenza alle norme,si sono impegnati al rispetto dei doveri di ufficio, delle norme di legge, ed al rispetto del codice comportamentale. Tanto si doveva a tutela della dignità dei lavoratori comunali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento