rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022

Caro carburanti, lunghe file ai distributori per colpa della guerra o dello sciopero dei tir? Lo abbiamo chiesto agli agrigentini

In serata è stato raggiunto un accordo per la revoca dei blocchi stradali degli autotrasportatori: tornano a riempiersi anche gli scaffali dei supermercati

Lunghe file di automobilisti in coda per il pieno di carburante, anche nella città dei Templi è corsa al rifornimento con i distributori che sono stati presi d'assalto e non pochi disagi per il traffico veicolare. Il costo dei carburanti lievita di giorno in giorno e l'attuale protesta degli autotrasportatori, fa temere lo stop degli approvvigionamenti nelle stazioni di servizio.

Agli automobilisti che temono di restare a secco per l'assenza oggettiva di carburante ci sono poi quelli che si preoccupano del conflitto russo – ucraino e dei riflessi negativi che la guerra porta sul costo della benzina. Nella confusione generale delle motivazioni intanto sono stati molti che hanno scarificato il pomeriggio per attendere il turno e riempire il serbatoio dei veicoli. Intanto anche nell'agrigentino continua la protesta degli autotrasportatori contro il caro benzina che, secondo le stime negli ultimi dodici mesi ha registrato rincari per oltre il venti per cento. In mattinata una lunga colonna di Tir ha rallentato il traffico sulla Statale 640 nel tratto compreso tra Canicatti e la rotonda Giunone di Agrigento.

Intanto a Catania dopo l'incontro promosso dalla presidenza della Regione e le organizzazioni sindacali di categoria si è deciso per la revoca dei blocchi. Nel tavolo tecnico permanente istituito ad hoc le aziende della grande distribuzione si sono impegnate a riprendere le consegne nei supermercati dove gli scaffali iniziavano ad essere vuoti.

Tir fermi in Sicilia, primi scaffali vuoti e merce in deperimento: "Si rischiano danni incalcolabili"

Video popolari

Caro carburanti, lunghe file ai distributori per colpa della guerra o dello sciopero dei tir? Lo abbiamo chiesto agli agrigentini

AgrigentoNotizie è in caricamento