Cronaca

"Mi disse di dargli il libretto per fare maturare gli interessi e lo prosciugò", vittima racconta truffa in aula

Il direttore dell'ufficio postale gli avrebbe azzerato il titolo finanziario col pretesto di aggiornarlo

"Mi ha detto di lasciargli il libretto e ci avrebbe pensato lui ad aggiornare gli interessi. In realtà ha prosciugato tutto e sono spariti sia i soldi che c'erano che gli interessi che avrebbero dovuto maturare".

L'ottantaseienne Antonio Messina ricostruisce così la truffa di cui sarebbe rimasto vittima. Il processo è quello a carico dell’ex direttore dell'ufficio postale di Castrofilippo, Vincenzo Di Rosa, 59 anni, di Agrigento, accusato di avere sottratto circa 223 mila euro ai clienti.

L'anziano, rispondendo al pubblico ministero Gloria Andreoli e al difensore dell'imputato, l'avvocato Alfonso Neri, ha ricostruito gli ammanchi per circa 50mila euro di cui sarebbe rimasto vittima. "In una circostanza - ha aggiunto - gli ho chiesto di darmi il libretto e mi ha detto che era meglio che lo teneva lui per calcolare gli interessi".

Un'altra presunta vittima, Annamaria Ciccotto, ha raccontato della presunta truffa nella rimodulazione di tre libretti, cointestati col marito appena morto. "Gli chiesi di intestarli anche alle mie figlie ma ho capito che fu lui ad incassarli, facendo sparire circa 16 mila euro". Si torna in aula, per sentire gli altri testi della lista del pm, il 15 aprile

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi disse di dargli il libretto per fare maturare gli interessi e lo prosciugò", vittima racconta truffa in aula

AgrigentoNotizie è in caricamento