rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Una nuova vita a Treviso, Clelia Cacciatore: "Sono partita per trovare lavoro"

Le troppe porte sbattute in faccia hanno convinto la 20enne ad andare via. Il nord come terra promessa, anche se poi Agrigento manca più del previsto

Sei un imprenditore, uno studente, un pizzaiolo o anche un "cervello" in fuga?  Abbiamo deciso di dare voce agli agrigentini fuori sede. Le loro esperienze, i loro racconti e le loro storie possono essere da esempio per chi ha voglia di tornare o anche di restare. Dedicheremo uno spazio settimanale, un focus che serva a raccontare le vite ormai lontane dall’ombra della Valle dei Templi. Un microfono aperto a tutti, una volta a settimana. Se un agrigentino fuori sede? Raccontati ad AgrigentoNotizie. 

Lasciare Agrigento a soli 20anni per trovare fortuna altrove. E’ la storia di Clelia Cacciatore giovane donna che oggi vive e lavora a Treviso. Lasciare Agrigento non è stato facile, me le porte sbattute in faccia sono state fin troppe. Un aereo carico di speranza, ed una voglia di andare via per trovare una stabilità economica altrove. Clelia oggi è un operatore socio sanitario, ma il profumo di Agrigento le manca eccome.

Ciao Clelia, raccontaci la tua storia...

"Ciao, mi chiamo Clelia Cacciatore ho 20anni e sono un operatore socio sanitario e da poco vivo a Treviso. Lasciare la Sicilia non è stata una decisione facile da prendere. Ho lasciato tutto, lasciato la mia terra, la mia famiglia, i miei amici. Io ho lasciato il mio cuore, ma purtroppo la Sicilia, ma anche Agrigento a livello lavorativo per noi giovani non ce nessuna possibilità. Qui al nord veniamo a trovare solo un po di stabilità economica, ma l'affetto e il calore della nostra famiglia e dei nostri amici non lo troveremo  mai, cerchiamo e facciamo di tutto per rimanere in Sicilia.

In cosa dovrebbe migliorare la tua città?

"Agrigento, come tutta la Sicilia, dovrebbe migliorare cercando di fare rimanere noi giovani. Proprio noi che dovremmo dare esempio per rimanere in Sicilia, ma nel momento in cui mando un curriculum ti chiamano dopo mesi non sei pagata a merito, sei costretta ad andare via per costruirti un futuro. Adesso mi piego perché qui al nord dopo neanche 2 giorni lascio il curriculum e subito ti chiamano? Perché in Sicilia non è lo stesso?".

Hai un consiglio per i giovani agrigentini?

"Un consiglio che do a tutti i giovani come me è quello di cercare di rimanere in Sicilia, ma anche ad Agrigento. Io prima di lasciare la mia terra pensavo di trovare chissà che cosa qui al nord, ero entusiasta di lasciare la mia terra. Proprio quando perdi qualcosa capisci quando valore ha quella cosa e in questo caso parlo della Sicilia".

Sogni di tornare?

"Si certo sogno di tornare, perché terra è terra". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova vita a Treviso, Clelia Cacciatore: "Sono partita per trovare lavoro"

AgrigentoNotizie è in caricamento